Nuova Casa di Giulietta, Bertucco critico. E Tosi: «Non si perda tempo»

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune: «La finta condivisione e la tendenza alle soluzioni pasticciate sono ormai un marchio di fabbrica di questa amministrazione». Mentre l'ex sindaco è contento della scelta fatta

Cortile di Giulietta (Foto Facebook - Flavio Tosi)

È lecito dubitare che sia la migliore delle soluzioni possibili per la riqualificazione della casa di Giulietta.

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco è critico sul progetto di riordino della casa e del cortile di Giulietta proposto da Mox Corporation e approvato ieri, 25 febbraio, dal Comune di Verona. Il Comune resterà titolare del brand e la Casa di Giulietta avrà un nuovo percorso museale. Per Bertucco, però: «Questa soluzione brilla per mancanza di un progetto complessivo sulla cultura e di coinvolgimento del consiglio comunale e della commissione cultura, che non sono stati interpellati malgrado le sostanziali variazioni apportate all'ipotesi iniziale».
Bertucco inoltre ricorda che sul tavolo di lavoro dell'amministrazione c'era anche un'altra ipotesi, che proponeva un ingresso dalla palazzina Armani e l'uscita dal Teatro Nuovo. «Che cosa è accaduto nel frattempo? - si chiede il consigliere comunale - Non è dato saperlo, perché la documentazione è stata fino a questo momento secretata».

In pratica hanno riproposto il progetto Mox del 2014 traslato al 2020 - conclude Bertucco - La finta condivisione e la tendenza alle soluzioni pasticciate sono ormai un marchio di fabbrica di questa amministrazione.

Contento invece per la scelta fatta dall'amministrazione, il consigliere di minoranza ed ex sindaco Flavio Tosi, il quale tuttavia imputa al sindaco Federico Sboarina e all'assessore alla cultura Francesca Briani «due anni di surreali perdite di tempo».

Mi auguro che l'attuale sindaco non perda altro tempo negli atti amministrativi necessari per concludere l'iter con la Mox - conclude Tosi - Per una volta faccia alla svelta. E per quanto mi riguarda, auspico che si riesca a ridare ai veronesi e ai turisti di tutto il mondo la nuova casa di Giulietta entro fine mandato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento