Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Degrado e crisi, in Regione si cerca la soluzione

L'obiettivo dell'incontro di oggi con i rappresentanti delle categorie produttive e degli ordini professionali è la riqualificazione di determinate zone creando occupazione

 

La commissione Urbanistica del Consiglio veneto, presieduta dal veronese Andrea Bassi, ha incontrato oggi a palazzo Ferro-Fini, per un'audizione, i rappresentanti delle associazioni delle categorie produttive e degli ordini professionali di ingegneri e architetti per sentire il loro parere su tre progetti di legge che si propongono di dettare norme, urgenti e straordinarie, per la riqualificazione delle aree urbane degradate con l'obiettivo, tra l'altro, di creare occupazione in un settore particolarmente in crisi come quello edilizio.
Tutti e tre i progetti di legge (firmati rispettivamente dallo stesso Presidente della commissione Andrea Bassi, dalla Giunta regionale e dal consigliere dell'Udc Stefano Peraro) si pongono in attuazione del decreto legge 70 del 2011 meglio conosciuto come “Decreto sviluppo”.
Dagli interventi dei rappresentanti delle associazioni consultate è emerso un giudizio sostanzialmente positivo sulle tre iniziative legislative, in modo particolare su quella presentata dalla Giunta in quanto ritenuta la più articolata, accompagnato, però, dalla preoccupazione che questi interventi straordinari non siano ben accordati con la normativa urbanistica regionale (legge 11 del 2004), e le successive norme compreso il cosiddetto “piano casa”.
La commissione Urbanistica di palazzo Ferro-Fini proseguirà ora l'esame delle tre proposte con l'obiettivo di portare al voto d'aula un testo unificato.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado e crisi, in Regione si cerca la soluzione

VeronaSera è in caricamento