Bar aperti e all'aperto sui Bastioni, la proposta a Verona. E perché non pure i cinema drive-in?

L'idea rilanciata dalla consigliera comunale Elisa La Paglia per il periodo estivo, nel rispetto delle esigenze di sicurezza e salute pubblica. E se tornassero anche i cinema drive-in?

Bastione

«Bastioni per temporary bar all’aperto», inizia così un post Facebook di recente pubblicazione sulla pagina della consigliera comunale Pd a Verona Elisa La Paglia. L'idea è accattivante, e a nostro avviso degna di considerazione. La consigliera motiva così la scelta di parlarne a mezzo social: «Oramai il dibattito è più qui che nelle commissioni preposte. Quindi posto qui questa proposta. Unica regola del dibattito: educazione e rispetto delle idee altrui». Al dibattito nel merito noi lasciamo che siano eventualmente altri consiglieri a partecipare, per quel che ci riguarda ci limitiamo a dare spazio e visibilità a questa proposta che, ovviamente, riguarda non l'immediato ma il futuro, quanto prossimo è di certo difficile dirlo.

Sta di fatto che, in una situazione emergenziale, idee innovative per Verona dovranno saltar fuori e quella di animare i meravigliosi bastioni potrebbe esserlo, innovativa, per quanto magari non inedita. A precisarlo ci ha pensato la stessa consigliera La Paglia che, sempre nel suo post spiega: «Non è un’idea nuova, proposta anche quando si alzavano le polemiche per i locali definiti "fracassoni", ma il turismo e il richiamo del centro storico e svariati altri problemi lo rendevano poco praticabile. L’associazione Agile l’aveva proposto all’ex zoo, altre osterie sui Bastioni di San Bernardino, trovando ovviamente il modo di rispettare i preziosi luoghi citati. Ma oggi, - prosegue la consigliera dem Elisa La Paglia - ai tempi del coronavirus, per poter mettere molti tavolini alla distanza di sicurezza e suonare dal vivo rendendo il tutto economicamente sostenibile potrebbe essere una soluzione. Così, pur in sicurezza anche molte persone potrebbero stare nello stesso posto, condividere un aperitivo e una serata, uno spettacolo e perché no una proiezione».

Post Facebook Elisa La Paglia - 18 aprile 2020-2

Il post della consigliera comunale Pd Elisa La Paglia

La proposta resta a nostro avviso decisamente degna di trovare ascolto, per i dettagli servirebbe certo aspettare e comunque l'impegno e il contributo di tutti, ma altamente condivisibile è se non altro lo "spirito" del post firmato dalla consigliera dem Elisa La Paglia: «Sarà strano comunque avere guanti e mascherina, forse ci porteremo anche la nostra cannuccia, ma come ripeto spesso dobbiamo essere prudenti, non soli e nemmeno tristi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco, cogliendo al balzo quest'invito a scongiurare la tristezza pur in un periodo certo non facile, poiché in una città amante del cinema come quella di Verona sono sicuramente in tanti i cinefili rimasti orfani delle serate in sala, la proposta che ci permettiamo di aggiungere a quella di cui sopra è di riportare in auge i cinema "drive-in". Prim'ancora che il canonico "cinema all'aperto" estivo, il quale prevederebbe comunque di sedersi l'uno a fianco dell'altro, per quanto all'aperto e distanziati, si potrebbe infatti pensare di riattualizzare le proiezioni cinematografiche con gli spettatori rispettivamente dentro le loro automobili. Un cineforum all'aperto come quello di Operaforte che per molte serate ha sempre accompagnato i veronesi durante l'estate, ci pare potrebbe, ad esempio, essere trasformato in cineforum "drive-in", in virtù proprio della location e degli ampi spazi presenti nell'area. È un'idea, di certo non nuova, ma forse ugualmente innovativa.

La replica alla proposta di Elisa La Paglia da parte del consigliere comunale Andrea Velardi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento