rotate-mobile
Politica Centro storico / Piazza Bra

Azione e + Europa Verona in piazza Brà il 25 aprile: «C'è una resistenza che resiste anche oggi»

I due partiti intendono far sentire la propria vicinanza alla popolazione dell'Ucraina e mettono nel mirino le parole del presidente nazionale dell'ANPI

«Il 25 aprile saremo in piazza Brà per testimoniare che c'è una resistenza che resiste anche oggi», recita così la nota che unisce Azione e + Europa Verona, che intendono far sentire la propria vicinanza alla popolazione dell'Ucraina, costretta oramai da due mesi a difendersi dalla violenta aggressione della Russia di Putin.
I due schieramenti commentano poi le parole del presidente nazionale Anpi, Gianfranco Pagliarulo, che aveva inizialmente preso le distanze dalla resistenza di Kiev

«Reputiamo sia gravissimo che il presidente dell 'ANPI neghi i valori della Resistenza come quello della dignità del popolo ucraino contro l'invasore - prosegue la nota -. Se c'è un valore della Resistenza che rimane è quello della dignità nazionale di un popolo che si solleva contro l'invasore. Ed è quello che sta succedendo in Ucraina. Dunque negare quel diritto è negare i valori della Resistenza e che lo faccia il presidente dell'ANPI è un fatto gravissimo.
La rappresentanza della memoria della Resistenza non è solo dell'ANPI. Alla resistenza ha partecipato l'intero spettro dei partiti italiani di allora.
Per questo invitiamo i nostri iscritti ad aderire a FIAP - Federazione italiana delle associazioni partigiane, di area azionista, repubblicana, liberale, mazziniana nata nel '49 a seguito di una scissione nell'ANPI, con la fuoriuscita di 12mila iscritti che già nel secondo dopoguerra non si riconoscevano nella logica degli schieramenti internazionali contrapposti».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azione e + Europa Verona in piazza Brà il 25 aprile: «C'è una resistenza che resiste anche oggi»

VeronaSera è in caricamento