Politica

Autostrada Tirreno-Brennero: «Possibile arrivo di un commissario straordinario»

«La prima parte del collegamento è già stata realizzata in provincia di Parma, ma la strada è attualmente interrotta. Occorre proseguire i lavori, che nel Veronese riguarderanno un tratto di 15 chilometri», fanno sapere Valbusa e Comencini

Immagine generica

Passo in avanti per la realizzazione del collegamento autostradale tra il Tirreno e il Brennero, conosciuto anche come Ti-Bre, che interessa il territorio veronese e in particolare i comuni di Valeggio sul Mincio, Villafranca di Verona, Mozzecane, Povegliano, Nogarole Rocca e Vigasio. Il Governo ha approvato nei giorni scorsi un ordine del giorno al decreto Sblocca Cantieri, che ridefinisce come strategica l’opera che riguarda i Comuni di Verona, Mantova, Cremona, La Spezia e Parma. Gli onorevoli veronesi della Lega, Vito Comencini e Vania Valbusa, annunciano che è stata prevista la possibilità di individuare un commissario straordinario per seguire l’iter di realizzazione della Ti-Bre, facendo ricorso all’utilizzo delle procedure acceleratorie inserite nel provvedimento legislativo.

«Per il nostro territorio rappresenta una grande opportunità di sviluppo – affermano gli onorevoli -. La prima parte del collegamento è già stata realizzata in provincia di Parma, ma la strada è attualmente interrotta. Occorre proseguire i lavori, che nel Veronese riguarderanno un tratto di 15 chilometri».

Il collegamento autostradale scavalca il Po, collegando direttamente i porti del Tirreno con il Brennero. Secondo Comencini e Valbusa «il completamento della bretella non può attendere oltre. L’ex ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio aveva qualificato l’opera come secondaria, ma ora lo Sblocca Cantieri consentirà di valorizzare un progetto in grado di dare un nuovo impulso al commercio e al turismo e di risolvere inoltre alcune problematiche legate all’attuale sistema viario».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrada Tirreno-Brennero: «Possibile arrivo di un commissario straordinario»

VeronaSera è in caricamento