menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autonomia del Veneto, Zaia: "Premesse per firmare una preintesa a gennaio"

Il Presidente della Regione ha incontrato a Roma il Sottosegretario agli Affari Regionali Gianclaudio Bressa e il Sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta: "Oggettivamente trovo un clima disteso, sereno e operativo"

Anche l’incontro di oggi (20 dicembre, ndr) è andato nella direzione sperata. Oggettivamente trovo un clima disteso, sereno e operativo. Oggi c’è condivisione su modalità e operatività e questo fa ben sperare, perché i veneti stanno aspettando risultati, e sono 5 milioni. Credo ci siano le premesse per poter firmare una preintesa entro gennaio.

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, al termine dell’incontro tenutosi oggi a Roma con il Sottosegretario agli Affari Regionali Gianclaudio Bressa, presente anche il Sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, nel corso del quale si è fatto il punto della trattativa tra Regione e Governo per l’autonomia del Veneto.

Abbiamo parlato – ha riferito Zaia – della preintesa che vogliamo siglare e che costituisce l’occasione per stabilire quanto fatto finora e soprattutto per guardare al futuro e dare indicazioni a chi andrà a governare dopo le elezioni, affinchè trovi già stabiliti caratteristiche e modalità di una trattativa che dovrà avere un suo iter e proseguire nell’alveo tracciato. È convinzione condivisa con Bressa e Baretta che si possa firmare entro gennaio.
Nella preintesa – ha precisato Zaia – cercheremo di stabilire anche una durata ragionevole dell’iter e penso che, tra uomini e donne di buona volontà, si possa fare veloci.
I 5 già tavoli già aperti su sanità, lavoro, istruzione, ambiente e rapporti Ue – ha aggiunto il Governatore - testimoniano che la macchina è partita e che indietro non si torna. E’ un fatto positivo, perché quando il Presidente della Regione viene qui, porta con sé 2,4 milioni di cittadini veneti che hanno votato, e lo hanno fatto in maniera trasversale ai partiti, perché – ha concluso Zaia riferendosi alla percentuale di votanti che ha decretato il raggiungimento del quorum il 22 ottobre – non esiste un partito del 57%, esistono i veneti di diverse idee politiche che hanno votato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento