Politica Centro storico / Piazza Bra

Autonomia del Veneto, Zaia tira le somme del 2019: «Non è arrivato nulla»

Il governatore però non si arrende: «Siamo pronti per la Corte Costituzionale»

Il governatore del Veneto Luca Zaia

La partita dell'autonomia resta un tema caldo nel bilancio 2019 del Veneto presentato ieri dal presidente Luca Zaia: «Continueremo a trattare, ma non ad attendere. - ha detto il governatore, secondo quanto riportato dall'Ansa, nella conferenza stampa di fine anno - Se non avremo risposte, siamo pronti ad adottare 23 progetti di legge, sui quali andremo a discutere in Corte Costituzionale, nel caso intasandola. Ma spero di non arrivare a questo».

«Innanzitutto diciamo grazie al capo dello Stato - ha quindi aggiunto Zaia - per la chiarezza che ha fatto, togliendo di mezzo l'argomento che si tratta di qualcosa di non pulito o buono: l'autonomia è prevista dalla Costituzione. Ma non è possibile che siano passati più di due anni e sentire dire ancora che "mina coesione nazionale, solidarietà e sussidiarietà". Oltre al fatto che siamo di fronte al secondo Governo che non ci dice nulla. Avevo detto - ha quindi concluso il governatore Zaia - che consideravo il 2019 l'anno determinante per l'autonomia, ma non è arrivato nulla, anche se non c'è più niente da scrivere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia del Veneto, Zaia tira le somme del 2019: «Non è arrivato nulla»

VeronaSera è in caricamento