Approvato in streaming il bilancio comunale di previsione: «Grande senso di responsabilità»

Nella serata di giovedì approvata anche la mozione condivisa da tutti i capigruppo che, in riferimento all’emergenza epidemiologica da Covid-19, impegna l’amministrazione ad intervenire con provvedimenti urgenti in favore della cittadinanza e delle attività economiche

Palazzo Barbieri illuminato con il tricolore

Approvato ieri, giovedì 16 aprile, con 23 voti favorevoli, 10 contrari e 3 astenuti, nel primo Consiglio comunale della storia svoltosi in streaming a Verona, il bilancio di previsione 2020 – 2022. Accolti dall’assessore al Bilancio Francesca Toffali 24 dei 1.404 emendamenti collegati. Tutti gli altri, come concordato da tutti i capigruppo, sono stati ritirati questa sera durante il dibattito.

«Grande senso di responsabilità - ha sottolineato il sindaco Federico Sboarina - che in questo momento di emergenza rappresenta il miglior punto di partenza da cui avviare la ricostruzione dell’economia veronese. È chiaro che nella logica della condivisione bisognerà, da un parte, fare dei correttivi per mantenere gli equilibri di bilancio e, dall’altra, portare avanti interventi di aiuto in favore della cittadinanza. Per superare momenti di difficoltà serve la collaborazione da parte di tutti».

Con 34 voti favorevoli è stata approvata all’unanimità la ratifica, tramite variazione a bilancio, del recepimento da parte del Comune di Verona del contributo statale del fondo di solidarietà, pari a 1.362.299 euro, destinato all’erogazione alla cittadinanza del bonus spesa. Ad inizio seduta è stata approvata all’unanimità, con 35 voti favorevoli, la mozione condivisa da tutti i capigruppo che, in riferimento all’emergenza epidemiologica da Covid-19, impegna l’amministrazione ad intervenire con provvedimenti urgenti in favore della cittadinanza e delle attività economiche locali.

Tra le principali misure vanno annoverate: la concessione gratuita di tutti i plateatici, la sospensione dei canoni di locazione per le attività commerciali operanti in immobili di proprietà comunale o di Age e la sospensione o riduzione da parte di Agec e Acque Veronesi delle bollette per le famiglie e imprese in difficoltà. Sono inoltre previsti la predisposizione di un piano di sgravi di tasse e tributi per le attività nel settore turistico-ricettivo, pubblici servizi e commercio, l’istituzione di un fondo speciale per la cultura e la predisposizione di sgravi fiscali per tutte le associazioni locali senza scopo di lucro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento