menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sboarina parte da Veronamercato, in tremila a sostenerlo. "Vinceremo"

Sette le liste che sostengono il candidato sindaco di centrodestra. "Partiti e movimenti che ci porteranno a vincere le elezioni per poter amministrare la nostra città", ha detto Sboarina

Sono sette le liste che sosterranno il candidato sindaco del centrodestra a Verona Federico Sboarina. L'avvocato 46enne ha voluto dare il via ufficiale alla sua campagna elettorale ieri sera, 17 maggio, in un capannone di Veronamercato e al suo invito hanno risposto circa tremila partecipanti.

Sul palco allestito per l'occasione è stato montato anche uno schermo in cui è stato proiettato il video di presentazione di Sboarina. Poi il candidato sindaco è salito in scena insieme ai rappresentati delle sette liste che lo sostengono e che sono Battiti insieme a Verona Domani, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, il Partito dei Pensionati, Verona più sicura e Indipendenza Noi Veneto. "Partiti e movimenti che ci porteranno a vincere le elezioni per poter amministrare la nostra città", ha detto il candidato sindaco nel suo discorso.

sboarina-sindaco-presentazione-9

Cultura e famiglia sono tra le parole cardine del programma di Federico Sboarina che però ha messo in cima alle priorità della sua coalizione la sicurezza. "Io c'ero in piazza Bra e ho visto quello che è successo", ha dichiarato Sboarina riferendosi alla rissa avvenuta domenica 14 maggio. "Parlando con la gente tutti i giorni - ha aggiunto Sboarina - è chiaro che questa città non è più sicura come lo era una volta. Ci vuole maggior presidio del territorio, più controlli e videosorveglianza".

"La famiglia è il nucleo fondamentale della nostra società e non mi sentirete mai dire genitore 1 e genitore 2, per me la famiglia è composta da un padre e da una madre - ha proseguito nel suo discorso il candidato di centrodestra - Ci sono i quartieri e non voglio più sentir parlare di periferie. Sono tante zone di Verona da cui ripartire e da valorizzare. Istituire l'assessorato alla cultura sarà la prima cosa che farò. Poi c’è la trasparenza, con il Comune che sarà la casa di cristallo perché i veronesi devono sempre vedere cosa c’è dentro, per riuscirci ho chiesto agli altri candidati sindaco la disponibilità a istituire una commissione permanente che segnali le eventuali anomalie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento