rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Amt senza presidente, il Pd: "La Lega vuole la poltrona"

Il consigliere del centrosinistra Montagnoli: "Un altro episodio della bagarre tra Pdl e Carroccio"

"Sulla presidenza di Amt, contesa tra Mariotti e Zanella, in realtà si gioca uno scontro di ben altra portata che non la semplice ripicca tra Destra Sociale ed ex An. La vera posta in gioco è il controllo sugli oltre 158 milioni euro di investimento sul nuovo filobus". Queste le parole del consigliere Pd, Giancarlo Montagnoli, sul caso Amt. Per ora il posto di presidenza dell'azienda di trasporto pubblico rimane ancora vacante: un nuovo sollecito, per la convocazione celere del consiglio d'amministrazione, è pervenuto al numero uno uscente, dall'assessore agli Enti partecipati, Enrico Toffali.


Continua Montagnoli: "Non a caso circola voce che Mariotti potrebbe entrare nella Lista Tosi, perché la filovia è l'ultimo atto dello scontro tra il sindaco della Lega e il Pdl su tutti gli altri investimenti previsti. Traforo e Cà del Bue sono saldamente in mano alla Lega. Potremmo aggiungere perfino Fondazione Arena e Arena Extra. La filovia, invece, rischia di essere controllata da altri, in primis per l'incertezza sempre incombente sui finanziamenti statali. Il sistema di potere leghista vuole anche questo affare e il conflitto tra Mariotti e i suoi ex compagni di partito serve a raggiungere l'obiettivo. Ho troppa stima sull'abilità politica di Mariotti per pensare che si tratti solo di stupido orgoglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amt senza presidente, il Pd: "La Lega vuole la poltrona"

VeronaSera è in caricamento