rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica Zai / Via Bartolomeo Avesani

Project financing sui rifiuti e Amia. «Tutto rimandato all'anno nuovo»

La revoca del revoca del progetto di finanza e la trasformazione di Amia in una società in house potrebbero essere decise nel 2020. Critico il consigliere comunale Bertucco: «Piccoli espedienti per una piccola amministrazione»

Garantire i posti di lavoro dei dipendenti di Amia. Questo l'obiettivo principale che l'amministrazione comunale vuole ottenere e per farlo avrebbe tracciato questa rotta: revoca del project financing sul servizio dei rifiuti, trasformazione di Amia in una società in house, la quale si dovrebbe solo occupare dei rifiuti, mentre la gestione del verde verrebbe girata ad Agec.
Pare però che questa rotta non sia di facile percorrimento ed è possibile che Amia possa proseguire in deroga ancora per il prossimo anno, quando dovrebbe finalmente essere presa una decisione definitiva sulla questione.

Dunque è possibile che in questi ultimi consigli comunali del 2019 non si voti la revoca del project financing per la gestione dei rifiuti, anche se il consigliere comunale di Prima Verona Mauro Bonato è ottimista. «La strada per arrivare all'affidamento in house di Amia si sta aprendo», ha dichiarato Bonato. Più critico, invece, Michele Bertucco di Verona e Sinistra in Comune. «Dopo due anni e mezzo di mandato, questa amministrazione e questa maggioranza non sono ancora in grado di delineare una strategia condivisa per Amia e per la gestione della raccolta dei rifiuti nella nostra città - scrive Bertucco - La proposta di revoca del project financing si limita ad accennare all'ipotesi di gestione in house, ma non esclude la messa a gara del servizio. La strategia individuata dalla maggioranza sarebbe quella di rimandare tutto all'anno nuovo. Piccoli espedienti per una piccola amministrazione».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Project financing sui rifiuti e Amia. «Tutto rimandato all'anno nuovo»

VeronaSera è in caricamento