rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Politica

Allarme Agsm: "Tanto fatturato ma zero utili"

Sollevano il caso il consigliere Gamba e il coordinatore Massimo Giorgetti

Il Pdl solleva l’allarme Agsm: tanto fatturato, ma pochi utili. Sono i consiglieri di amministrazione Fabio Gamba e il coordinatore provinciale del partito Massimo Giorgetti a sollevare il caso, chiedendo una urgente verifica di maggioranza sulla situazione della partecipata comunale.

“Sono tante le carenze nella gestione – ha detto Gamba -. Si lavora come se Agsm fosse ancora in monopolio, quando invece il mercato è libero. Non c'è una visione chiara degli obiettivi. Poche idee ma confuse: si parla con tutti non si chiude con nessuno. E intanto Agsm non è più l'azienda forte di una volta, ma è una delle più deboli e delle meno appetibili: Acegas e Ascopiave, per fare due confronti, sono molto più dinamiche e pronte sul mercato ottenendo risultati migliori”. “Il presidente Sardos Albertini annuncia un utile ante imposte pari a 10 milioni; a noi risulta un utile ante imposte di 6 milioni, che si riduce al netto a 2 milioni e mezzo, forse 3 che saranno comunque presi dal Comune che lo scorso anno ha già intaccato i fondi di riserva della società – ha rimarcato Gamba -. L'utile sulla gestione caratteristica invece dovrebbe essere prossimo allo zero. Allora, noi non possiamo più restare in questa situazione, per il bene di Agsm e della città. Abbiamo già perso un anno, ma ora la politica deve fare la sua parte”.

Massimo Giorgetti rilancia sul piano politico: “L'atteggiamento del sindaco finora è stato quello di rinviare tutto in attesa delle regionali. Ora che le candidature sono state definite, è il momento di prendere in mano la situazione, la situazione sta diventando difficile. Chiedo una verifica d’urgenza della maggioranza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme Agsm: "Tanto fatturato ma zero utili"

VeronaSera è in caricamento