menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Fonte foto: Facebook Matteo Salvini)

(Fonte foto: Facebook Matteo Salvini)

Salvini contro tutti, tutti contro Salvini. "Ha celebrato la libertà con la paura"

Diverse le reazioni politiche locali alla manifestazione della Lega Nord dell'Agsm Forum. PD, M5S e anche il consigliere Giorgio Pasetto hanno risposto agli attacchi di Salvini

Un discorso a tutto tondo quello pronunciato ieri, 25 aprile, da Matteo Salvini all'Agsm Forum durante la manifestazione della Lega Nord a sostegno della legittima difesa. Un intervento in cui Salvini non ha soltanto sottolineato il motto della giornata e cioè che "la difesa è sempre legittima", ma anche toccato tanti temi caldi di politica interna ed estera. Il sostegno a Marine Le Pen, l'antieuropeismo e la difesa dei confini. Con Zaia e Maroni è stato rilanciato il referendum per l'autonomia calendarizzato per il 22 ottobre prossimo. E c'è stato spazio anche per la campagna elettorale di Verona con il candidato sindaco del centrodestra Federico Sboarina benedetto dalla folla presente al palazzetto.

Salvini però non ha lesinato attacchi ai partiti politici avversari, che prontamente hanno risposto. Le primarie del PD sono state definite Made in China. E la deputata democratica Alessia Rotta ha replicato ribadendo che la Festa della Liberazione del 25 aprile non dovrebbe essere strumentalizzata. "Noi il 25 aprile, al contrario di Salvini, lo abbiamo festeggiato ricordando chi ha dato la vita per la nostra libertà - ha detto Rotta - C'è chi invece a Verona ha voluto confondere quei valori, con una liberazione dai valori democratici. Salvini ha celebrato la libertà con la paura, per qualche voto in più. Scandendo slogan senza contenuto".

"Utilizzare il 25 aprile per la campagna elettorale risulta triste e soprattutto squallido". Ha aggiunto il deputato veronese 5 Stelle Mattia Fantinati. Anche il M5S è stato attaccato da Salvini che ha definito i 5 Stelle "onesti incapaci". E il candidato sindaco a Verona Alessandro Gennari ha risposto: "Salvini una cosa giusta l’ha detta: che siamo onesti. Per noi resta un valore fondamentale, come si può verificare in ogni istituzione nella quale è presente il Movimento 5 Stelle. Purtroppo della sua parte politica non si può dire lo stesso, soprattutto quando si parla di mantenere le promesse fatte ai cittadini. E mai come ora i veronesi sono stanchi, oltre che degli incompetenti, anche della disonestà intellettuale che ha dimostrato il segretario della Lega.

E anti-salviniano è anche il consigliere comunale veronese Giorgio Pasetto, candidato in consiglio con la sua lista Verona si Muove a sostegno della candidata Patrizia Bisinella. "Lo schieramento di Salvini rischierebbe di trasformare Verona in un fortino medievale dove la libertà e i diritti delle persone verrebbero inevitabilmente a diminuire.  Noi pensiamo che i cittadini veronesi dovrebbero guardare con attenzione a questo turno amministrativo e dovrebbero ricercare coloro che tra le forze politiche hanno una visione ottimistica, liberale e democratica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento