menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto di Verona, il PD commenta: "Il Catullo sempre più cenerentola del Nordest"

Il Partito Democratico veronese commenta l'evoluzione societaria dello scalo di Villafranca e suggerisce di ragionare più in termini manageriali che politici in merito all'aeroporto Catullo

In una nota stampa, i consiglieri comunali di Verona del Partito Democratico Michele Bertucco e Fabio Segattini sono intervenuti sul presente e sul futuro dell'aeroporto Valerio Catullo di Villafranca. Ecco il commento dei due consiglieri di opposizione che anticipano che chiederanno la convocazione di una commissione consiliare:

Vista l'evoluzione societaria del nostro aeroporto dovremo cominciare tutti, a partire dal presidente dello scalo, a ragionare in termini più manageriali e meno politici: se un'azienda ha tre filiali, Treviso, Venezia e Verona, le prime due vanno bene, in linea con l'andamento generale del mercato che è in crescita, mentre la terza va sempre peggio e in controtendenza, chi tra loro si accaparrerà la parte migliore del budget destinato agli investimenti? Noi diciamo che dal punto di vista di Venezia il Catullo ha già esaurito la sua funzione, perché controllandolo Save ha eliminato un concorrente, il resto, per loro, è soltanto noia, mentre per noi sono dolori. Al presidente, dunque, la scelta: o battere i pugni sul tavolo di Venezia facendo capire che gli investimenti ci servono per sviluppare il nostro turismo, le nostre imprese e mantenere alti livelli di occupazione, oppure accodarsi al coro degli yes-man come sembrerebbe più propenso a fare. Se i numeri restano questi, alla fine dell'anno piangeremo l'ennesimo passivo mentre attorno a noi crescono tutti (Bergamo +9,5%, Bologna +2,2%, Venezia +1.8%) e non possiamo nemmeno consolarci con il cargo (-14,7% su Brescia). La situazione comincia a preoccupare anche per la tenuta dei posti di lavoro ma soprattutto preoccupa che i vertici sembrano non rendersi conto del pericolo e rimandano tutto ad un fantomatico piano di cui abbiamo solo qualche anticipazione mentre ci restano sconosciuti gli obbiettivi. Su tutto questo il Pd chiederà la convocazione di una commissione consiliare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento