PdF Veneto sul Dpcm: «Inutile, Conte dovrà farne un altro il 31. Dare 1.200 euro a persona»

Adinolfi: «Il 31 ottobre ci sarà un nuovo Dpcm in cui faranno il lockdown totale». La proposta: «Assegnare 1.200 euro a persona non destinataria di stipendio pubblico o privato garantito»

Ristorante chiuso

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, contesta il nuovo Dpcm e in una nota scrive:«Il Dpcm di Giuseppe Conte è arrivato, il semi-lockdown è legge, non servirà a niente se non ad ammazzare l’economia senza salvarci dall’impennata dei contagi. Se ne accorgeranno in pochi giorni e il 31 ottobre ci sarà un nuovo Dpcm in cui faranno il lockdown totale». Una previsione senza troppe sepranze quella di Mario Adinolfi che però poi aggiunge: «Il Popolo della Famiglia propone la "doppia L": lockdown e liquidità. Per la precisione il PdF chiede di assegnare per i 30 giorni novembrini di chiusura generalizzata necessari a far abbassare i numeri del contagio la somma di 1.200 euro a persona (500 euro per i minorenni) non destinataria di stipendio pubblico o privato garantito, pensione o cassa integrazione. Il costo è di 30 miliardi di euro, ma senza lockdown totale e immediata iniezione di liquidità nelle casse delle famiglie non se ne esce».

Semi-lockdown Italia, il premier Conte: «Sacrifici per preservare il Natale. Indennizzi alle categorie colpite»

popolo-della-famiglia-verona-adinolfi-2
Il Popolo della Famiglia - immagine d'archivio

Il Coordinamento Regionale Veneto del Popolo della Famiglia esprime «forte perplessità ed un giudizio complessivamente negativo su questo Dpcm per la mancanza di considerazione delle piccole imprese, lavoratori autonomi, aziende artigiane, spesso a conduzione familiare, cuore imprenditoriale dinamico e pulsante della nostra economia che subiranno l'impatto di questo nuovo decreto». Nella nota del Coordinamento Regionale Veneto del Popolo della Famiglia  si legge inoltre che le chiusure che «danneggiano specifici settori, senza aver pensato e programmato in anticipo soluzioni riguardanti i trasporti locali e nazionali che sono un veicolo di contagio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento