menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Profughi a Soave. Lega Nord e Verona ai Veronesi scenderanno in piazza

Sono una novantina i richiedenti asilo che saranno ospitati all'hotel Cangrande. "Non auspichiamo le barricate, ma è difficile prevedere cosa potrebbe accadere"

"Uno schifo, una vergogna, un'infinita presa in giro ai danni dei cittadini, una pericolosa spirale che sembra non avere fine". Non va tanto per il sottile il segretario provinciale della Lega Nord Paolo Paternoster nel commentare l'annunciato arrivo di una novantina di profughi nel comune di Soave, alloggiati nell'hotel Cangrande

"La storia dei finti profughi che il duo Renzi-Alfano continua nella nostra provincia, riempiendo alberghi, case diroccate e senza agibilità, appartamenti, parrocchie e campeggi - continua Paternoster - Non auspichiamo nuove barricate dei cittadini come è successo in provincia di Ferrara ma abbiamo la preoccupazione che, se questa invasione andrà avanti con gli attuali ritmi, la gente stessa si opporrà e non sappiamo cosa potrà succedere. La nostra solidarietà come popolo veneto non ha uguali, personalmente sarei per una Schindler's List, quelli che realmente stanno male bisognerebbe aiutarli, aiutarli tutti, magari cercare di aiutare tutta quella povera gente che a casa loro muore di stenti ma proprio per questo bisognerebbe che li aiutassimo nei loro paesi di origine, creando là opportunità di vita e impedendo attraversate costose e soprattutto pericolose, per arrivare in un paese che non dà alcuna prospettiva. Ora è toccato a Soave, a distanza di pochi giorni a Castel d'Azzano ne arriveranno il doppio: di questo passo dove andremo a finire?".

Anche a Soave, la Lega Nord si mobiliterà democraticamente e lo farà anche il comitato Verona ai Veronesi, come già visto nel recente passato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento