rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica

La Lega 2.0 riparte da Verona, Maroni: "Modello da replicare"

Il segretario del Carroccio detta la ricetta del rilancio in "salsa verde": "Vogliamo diventare il punto di riferimento del Nord"

La Lega Nord 2.0 del dopo Umberto Bossi, dei Barbari Sognanti, di Roberto Maroni e Flavio Tosi vuole ripartire proprio da Verona. "Non abbiamo solo l'ambizione - dice proprio il nuovo segretario del Carroccio, Maroni - di riportare la Lega ai fasti di qualche anno fa, ma molto di più:  vogliamo diventare il punto di riferimento del Nord". Si punta a  replicare in tutto il settentrione quel "modello Verona" caro al  neosegretario federale. "Lì - spiega l'ex ministro - un leghista è  riuscito a governare con il consenso non dei soli leghisti, ma anche di chi non era" del Carroccio. "Ecco, noi abbiamo l’ambizione di  replicare questo modello in tutti i nostri territori". 

E a chi chiede se il Carroccio l'anno prossimo non si presenterà veramente alle elezioni politiche lasciando il Parlamento, Maroni dice: "Se la Lega riesce a diventare  movimento egemone al Nord, allora Roma diventa secondaria. Del resto,  già conta poco...". Secondo l'ex ministro dell'Interno la Lega deve "diventare il punto di riferimento al Nord alle elezioni politiche penseremo poi. Ho  lanciato un progetto strategico: rafforzarci sul territorio, nelle  Regioni del Nord. Questa è la strada da seguire. È importante essere sul territorio più che a Roma o a Bruxelles. Se riesco a governare il territorio, poi posso trattare a Roma o in Europa da pari a pari. Non  è facile, ma se lo fosse non ci saremmo noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega 2.0 riparte da Verona, Maroni: "Modello da replicare"

VeronaSera è in caricamento