Politica

Approvato in Regione il piano per il rilancio della pianura veronese

Il Pd sia astiene al momento del voto. Bonfante giustifica la scelta esprimendo perplessità circa i potenziali “effetti collaterali” negativi per l'ambiente

 

La  commissione Urbanistica del Consiglio regionale, presieduta dal veronese Andrea Bassi, ha approvato a maggioranza, con i voti di Lega Nord e Pdl, (gli altri gruppi si sono astenuti) il piano d'area “Pianure e Valli Grandi veronesi”.
L'astensione del Pd è stata motivata dal consigliere Franco Bonfante il quale ha espresso perplessità circa i potenziali “effetti collaterali” negativi per l'ambiente  rappresentanti dalle realizzazioni di grandi aree commerciali annesse al progetto per la realizzazione dell'autodromo di Vigasio. 
L'obiettivo del piano d'area è una crescita economica e sociale dell'area, finalizzata ad un generalizzato miglioramento della qualità della vita, da perseguire attraverso uno sviluppo sostenibile del territorio, incentrato sulla valorizzazione delle risorse locali, ambientali, economiche e sociali.
Allo scopo il piano propone un articolato insieme di politiche di valorizzazione delle risorse esistenti, delle eccellenze e delle pecularità locali. Tutte le politiche, devono in ogni caso garantire l'integrità fisica e l'identità culturale del territorio, e promuoverne la qualità ambientale, paesaggistica ed urbana.
L'ambito del piano comprende un territorio di 1050,92 Kmq, corrispondente alla media e bassa pianura veronese. E' compreso tra il fiume Adige a nord est, il fiume Tione ad ovest e delimitato a sud dall'alveo storico del fiume Tartaro. La popolazione residente complessiva è di oltre 180.000 abitanti. Corrisponde al 21,80 % della popolazione provinciale e al 33,80 % della relativa superficie. Il territorio a cui si riferisce il piano d'area è suddiviso nei seguenti Comuni: Albaredo, Angiari, Bevilacqua, Bonavigo, Boschi S.Anna, Bovolone, Buttapietra, Casaleone, Castagnaro, Cerea, Concamarise, Erbè ,Gazzo Veronese, Isola della Scala, Isola Rizza, Legnago, Minerbe, Mozzecane, Nogara, Nogarole Rocca, Oppeano, Palù, Ronco all'Adige,  Roverchiara, Salizzole, S. Pietro di Morubio, Sanguinetto, Sorgà, Terrazzo, Trevenzuolo, Vigasio, Villa Bartolomea, Zevio.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato in Regione il piano per il rilancio della pianura veronese

VeronaSera è in caricamento