menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aperture domenicali: a fine anno il verdetto della Corte Costituzionale

Torna a far discutere il provvedimento per tenere aperti gli esercizi commerciali anche durante i giorni festivi. Ecco la critica della Confcommercio veronese

Il tema delle aperture domenicali e festive delle attività commerciali, di sempre più stringente attualità, è seguito con attenzione dalla Confcommercio veronese e dall’emanazione veneta della confederazione, schierate a fianco della Regione Veneto nel ricorso presentato alla Corte Costituzionale per vedere riconosciuto il diritto delle Regioni stesse a legiferare in materia di commercio e di tutto ciò che ne discende.

La sentenza della Corte Costituzionale, da quanto è dato sapere, dovrebbe essere prodotta verso la fine di quest’anno, al massimo a inizio del 2013: una volta nota la decisione del Giudice delle leggi potremo adottare le eventuali azioni sindacali per cercare di riportare nell’ambito locale la materia del terziario di mercato.

Plaudiamo in ogni caso all’iniziativa della Curia e della Confesercenti che tendono a raggiungere, attraverso un altro canale, quello del coinvolgimento della popolazione, lo stesso obiettivo, cioè la regolamentazione del settore.

Va ricordato peraltro che la battaglia che le organizzazioni di categoria stanno portando avanti non riguarda il territorio a economia turistica delle città d’arte, per le quali è prevista la possibilità di derogare ai fini di garantire al turista un servizio anche durante le giornate festive.

A conferma che nel settore le liberalizzazioni sono già una realtà che però non deve sconfinare nella deregulation totale: un mercato senza regole è un mercato dove il più forte uccide il più piccolo. Anche perché le aperture “no stop” non hanno fin qui prodotto alcun risultato positivo: né dal punto di vista sociale, visto il peggioramento della qualità della vita dei piccoli imprenditori - costretti a tenere aperto per non perdere terreno rispetto a realtà più strutturate della loro - e dei loro collaboratori, soprattutto con riferimento alle donne; né dal punto di vista economico, essendo sotto gli occhi di tutti il fallimento dell’obiettivo dichiarato del Governo, quello di generare maggiori consumi e di aumentare quindi il Pil.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento