Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie San Zeno / Piazza San Zeno

Robeto Puliero e Katia Ricciarelli alla serata finale del "Festival Veneto 2013"

Rappresenta l'ultima tappa della rassegna musicale e di spettacolo itinerante interamente dedicata alla lingua veneta e all'arte in vernacolo, giunta quest'anno alla 6^ edizione

Nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero, l’assessore alla Cultura e Identità Veneta Marco Ambrosini ha presentato la serata finale della rassegna musicale in lingua veneta “Festival Veneto 2013”, che si svolgerà giovedì 29 agosto, alle ore 21.15, in Piazza San Zeno a Verona. Erano presenti: Antonia Pavesi, consigliere con delega alla Cultura del Comune di Verona; Enrico Bianchini, presidente dell'Associazione “Benacus” produttrice del festival; Paolo Valerio, presidente di “Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona” e direttore artistico di “Provincia in Festival”; Ginetto D'Agostino, presidente del “Comitato per il Carnevale Veronese”.

La serata finale del “Festival Veneto 2013” rappresenta l'ultima tappa della rassegna musicale e di spettacolo itinerante interamente dedicata alla lingua veneta e all'arte in vernacolo, giunta quest'anno alla 6^ edizione. La manifestazione è promossa dalla Provincia di Verona con il sostegno della Regione del Veneto, il patrocinio dei Comuni di Verona, Peschiera del Garda e Cerea ed è prodotta dall'Associazione “Benacus” in collaborazione con Fondazione Atlantide – Teatro Stabile di Verona.

Il Festival Veneto rientra in “Provincia in Festival 2013”, il progetto culturale di rete promosso dall’assessorato alla Cultura e Identità Veneta della Provincia di Verona nell’ambito di “RetEventi Cultura Veneto”, il network tra istituzioni locali e operatori dello spettacolo della Regione del Veneto, nella provincia scaligera realizzato con la direzione artistica di Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona e il supporto organizzativo e promozionale della Società Provincia di Verona Turismo.

Si tratta di un festival fortemente radicato nel territorio, che mira a coinvolgere giovani e famiglie e a valorizzare e diffondere l'arte e la cultura della nostra regione, ma anche le sue bellezze paesaggistiche e architettoniche. Per favorire la più ampia partecipazione di pubblico, tutte le serate del Festival Veneto sono completamente ad ingresso gratuito.

Il Festival Veneto 2013, dopo il debutto del 19 luglio a Peschiera del Garda e il successo di pubblico registrato a Cerea con la tappa del 1° agosto, avrà il suo culmine nella serata finale di giovedì 29 agosto, che si svolgerà nel cuore di Verona, alle ore 21:15, nella suggestiva cornice di Piazza San Zeno. Per l'occasione è stata infatti scelta una location di grande prestigio, uno dei luoghi più rappresentativi di Verona e della veronesità nel mondo, dove si esibiranno artisti già affermati e nuovi talenti provenienti da tutta la nostra regione. Protagonista assoluta del festival sarà, anche per l'ultima tappa, la lingua veneta, proposta al pubblico veronese attraverso molteplici forme artistiche: dalla musica al teatro e alla prosa, dal cabaret all'intrattenimento. In particolare, il palcoscenico della serata finale sarà animato dalle voci di Massimo Ferrari, che si esibirà con i brani “Contastorie” e “Canto in dialèto”, di Luciano Buscemi con “Sta maedetta crisi” e di Paolo Tosi con “L'Adese sa”. Sarà concesso ampio spazio anche al teatro, con la compagnia “I Gotturni” di Villafranca che metterà in scena due brani appartenenti alla tradizione del teatro musicale: “El Mario mama” e “Dondolando”. Non mancheranno, inoltre, momenti di divertimento ed intrattenimento con la comicità della cabarettista Giusy Zenere e con le performance del corpo di ballo “The Gamblers”, che faranno da contorno all'intero spettacolo. Ospiti d'onore della tappa cittadina saranno il soprano internazionale Katia Ricciarelli, madrina del festival, e l'attore e regista teatrale Roberto Puliero, che reciterà alcune poesie dialettali ed un estratto del Ruzzante da “El ritorno del vilan che iera venu da campo”. Con le loro esibizioni di singolare spessore, sapranno regalare al pubblico del Festival Veneto momenti di elevato livello artistico e qualitativo.

Vista la piazza che ospita la serata finale, ad arricchire di cultura popolare e tradizione la serata del 29 agosto sarà, inoltre, la straordinaria presenza del “Papà del Gnoco e la sua Corte” che, per la prima volta sul palcoscenico del Festival Veneto, omaggeranno gli spettatori con una loro performance, portando così in scena la nostra cultura popolare e richiamando una delle più nobili e genuine manifestazioni della tradizione veronese e veneta: il carnevale e le sue maschere.

Non mancherà, infine, l'approfondimento culturale, perché il “Festival Veneto” rappresenta soprattutto un'occasione per accostarsi alla ricchezza della cultura linguistica della nostra regione: torna anche per l'edizione 2013 il “Dino da Sandrà” che, attraverso una simpatica ed inedita storia animata quest'anno dedicata all'alfabeto veneto, introdurrà la serata, accompagnando il pubblico alla scoperta e riscoperta della lingua veneta e delle sue peculiarità. In caso di maltempo la serata sarà recuperata venerdì 30 agosto, alle ore 21:15.

Info: www.festivalveneto.it / www.provinciainfestival.it

Assessore Ambrosini: “È una grande soddisfazione presentare la serata conclusiva del 'Festival Veneto 2013', con cui si giunge al termine di una ricca e intensa 6^ edizione. Il 'Festival Veneto', uno dei fiori all'occhiello del macro-cartellone estivo promosso dalla Provincia di Verona 'Provincia in Festival', è divenuto nel corso degli anni una manifestazione di consolidato successo, sempre più apprezzata e seguita dal pubblico, tanto da guadagnarsi il titolo di unico vero festival della lingua veneta nella nostra regione. Le presenze registrate nelle prime due tappe del festival sono il segno tangibile dell'ottima riuscita anche di questa edizione e fungono da stimolo per continuare ad investire nella promozione e nella divulgazione della cultura veneta e delle nostre tradizioni linguistiche, superando anche le varie difficoltà che inevitabilmente si incontrano in un periodo, come quello attuale, di scarsità di risorse. L'augurio e l'invito rivolto a tutta la cittadinanza è di partecipare numerosi alla tappa del 29 agosto in Piazza San Zeno: la cornice di grande prestigio data da una delle piazze più rappresentative della veronesità e la presenza di illustri ospiti d'onore, da Roberto Puliero, a Katia Ricciarelli, al 'Papà del Gnoco' che farà da interprete di una parte preziosa e ancora viva della nostra identità culturale, saranno tutti elementi che permetteranno senz'altro di vivere momenti di intensa partecipazione e di singolare vicinanza alle nostre più genuine tradizioni di veronesi e veneti”

Antonia Pavesi, consigliere per il Comune di Verona: “E' un grande onore ospitare a Verona, in piazza San Zeno, questa importante manifestazione in lingua veneta. E' necessario valorizzare la propria cultura perché è un patrimonio da preservare e tramandare. Il 'Festival Veneto' ci offre l'occasione di ascoltare canzoni, apprezzare spettacoli teatrali e di cabaret nel dialetto veneto che rappresenta un momento di rinascita delle nostre radici. Piazza San Zeno, che fa da cornice alla serata, è una delle piazze più belle della nostra città e sede di tanta cultura veronese”.

Il direttore artistico di “Provincia in Festival” Paolo Valerio: “Parliamo di un evento che ogni anno riscuote un successo sempre maggiore. E' importante continuare a credere in questo tipo di manifestazioni e e organizzare eventi di questa portata, grazie ai quali si riesce a salvaguardare la lingua locale che altrimenti rischierebbe di essere dimenticata. E il 'Festival Veneto' è un segnale forte che sottolinea, appunto, l'elevata attenzione al tema della lingua e cultura veneta. Sentire il pubblico parlare in dialetto nelle varie serate è stata un'esperienza particolare ed emozionante: una grande testimonianza che la cultura veronese e veneta è viva”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Robeto Puliero e Katia Ricciarelli alla serata finale del "Festival Veneto 2013"

VeronaSera è in caricamento