Sabato, 16 Ottobre 2021
Notizie Centro storico / Via Pallone

Giornata della Raccolta del Farmaco. Un prezioso aiuto per le persone in difficoltà

Quest'anno la richiesta di medicinali a Verona è cresciuta del 19,6% rispetto allo scorso anno. Si è passati, infatti, dai 21.073 medicinali richiesti nel 2014 ai 25.205 del 2015.

La richiesta di medicinali, individuata dal Banco Farmaceutico attraverso la rete dei ventisei enti caritativi convenzionati, è cresciuta del 19,6 % rispetto allo scorso anno. Per questo assume una valenza ancora più importante la "XV Giornata di Raccolta del Farmaco". Sabato 14 febbraio, recandosi nelle 113 farmacie che aderiscono all'iniziativa, sarà possibile acquistare e donare farmaci (che non necessitano di ricetta medica), che verranno destinate a tutte le persone in stato di povertà su tutto il territorio provinciale.

“La Giornata di Raccolta del farmaco – spiega Matteo Vanzan, delegato del Banco Farma­ceutico onlus per Verona – è un momento fondamentale per potere dare sempre più risposte alla crescente richiesta di farmaci da parte degli enti caritativi ai quali si rivolge un numero crescente di persone che non hanno più la possibilità di acquistare i medicinali. Sono sicuro che sabato prossimi i veronesi ancora una volta mostreranno il loro grande cuore andando in farmacia per donare un farmaco a chi ne ha bisogno. Nella scorsa edizione sono stati infatti raccolti 9.938 farmaci, devoluti ai 26 enti socio-assistenziali convenzionati con il Banco Farmaceutico. Gli enti assistono nel territorio veronese circa 26.000 persone che non riescono nemmeno a comprare un farmaco da banco. Un dato su tutti: lo scorso anno la richiesta di farmaci da parte degli enti socio-assistenziali è stata di circa 21.000 pezzi, noi siamo riusciti a coprirne la metà. Quest'anno però, in tempi di crisi, la domanda è aumentata del 19% per un totale di 25.000 farmaci richiesti. Mi auguro, dunque, che per questa edizione l'afflusso nelle farmacie sia ancora maggiore rispetto agli anni scorsi ”.

“È ormai il quindicesimo anno che ci ritroviamo a presentare la Giornata dedicata alla raccolta del farmaco - racconta Antonio Pastorello, presidente della Provincia di Verona - e noto con soddisfazione che, dopo 14 edizioni, gli organizzatori sono ancora carichi di entusiasmo e attivi come il primo anno. Con piacere posso affermare che le farmacie che aderiscono all'iniziativa aumentano sempre più: se 14 anni fa erano 5, oggi sono 113. In questo momento difficile è davvero rincuorante che ci siano persone corrette e responsabili, impegnate con zelo e passione nel sociale. Sappiamo tutti che se ognuno di noi facesse la sua parte dando una mano alle persone bisognose - e non intendo solo ad amici e parenti – il mondo sarebbe migliore. La vera forza della donazione è, infatti, aiutare qualcuno che non si conosce. Questo è quello che si propongono di fare gli organizzatori di questo importante evento e sono orgoglioso di poter collaborare”.

"La crescita costante di quest’anno molto significativa perché sfiora il +10% di adesione ri­spetto all’anno scorso da parte delle farmacie territoriali veronesi alla Giornata di raccolta del farmaco – dice Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia – significa nel concreto che le farmacie fanno sempre più sistema e costituiscono una rete sanitaria e sociale di primaria importanza per la popolazione. Ricordo che la farmacia partecipa all’evento annuale del Banco Farmaceutico in maniera volontaristica, come per mol­te altre iniziative a favore della cittadinanza durante il corso dell’anno, e con il versamento di una quota necessaria al sostentamento dell’intera macchina organizzativa. Adesso l’obiettivo è raggiungere quota 10.000 farmaci! Sabato 14, giornata del Banco farmaceutico, è anche San Valentino, occasione in cui daremo sicuramente attenzioni alla persona cara. Un pensiero molto bello sarebbe, però, anche quello di riuscire a dedicare un gesto d'amore a qualcuno che non si conosce e che, magari, ha particolarmente bisogno di un bene essenziale, quale il farmaco. Sono certo che, grazie alla sensibilità di molti, l'obiettivo dei 10.000 medicinali sarà raggiunto ".

"La nostra partecipazione alla Giornata di Raccolta è supportata dalla convinzione che sia una iniziativa lodevole e, purtroppo, necessaria in questi frangenti – dice Germano Montolli, responsabile Assofarm Veneto - La validità del fine arriva anche dall’adesione massiccia dei cittadini e dal loro entusiasmo nel fare un gesto reale di solidarietà nei confronti di coloro che si trovano in situazione di disagio".

La Giornata, che nell’edizione precedente ha raccolto a Verona e provincia 9mila 338 confezioni di farmaci, è realizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus in collaborazione con Federfarma e CDO Opere Sociali e si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il patrocinio di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), Pubblicità Progresso e grazie al sostegno di ASSOSALUTE (Associazione nazionale delle industrie farmaceutiche dell’automedicazione), FOFI (Federazione Ordini Farmacisti Italiani), Fondazione Telecom Italia, EG EuroGenerici, Teva Italia, e grazie al supporto dei media partner di Avvenire, di TV2000 e alla collaborazione della testata nazionale del TGR e del Segretariato Sociale Rai.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Raccolta del Farmaco. Un prezioso aiuto per le persone in difficoltà

VeronaSera è in caricamento