Notizie Centro storico / Vicolo Santa Cecilia

Lettere d’amore per Giulietta, presto l'inaugurazione del museo nella Casa degli Orefici

Il Club di Giulietta, ora con una nuova sede in corso Sant'Anastasia, allestisce una collezione dedicata alle lettere d'amore provenienti da tutto il mondo in uno stabile messo a disposizione dalla fondazione CariVerona

A poco più di una settimana da Verona in Love che farà di Verona la città degli innamorati, vero e proprio santuario d’amore, Giulio Tamassia con il supporto della figlia Giovanna rilancia un progetto di respiro internazionale: 300 mila missive d’amore provenienti da tutto il mondo saranno raccolte e catalogate all’interno di un museo che avrà sede nella Casa degli Orefici in vicolo Santa Cecilia.
"La sede della Casa degli Orefici che ci è stata concessa dalla Fondazione Cariverona – precisa Tamassia sulle pagine de L'Arena– diventerà un vero e proprio museo delle lettere d’amore. Ogni anno, alla Casa di Giulietta, tra cartacee, e-mail e biglietti, arrivano cinquantamila missive all’anno e a quasi tutte è stata data una risposta".

La collezione, che attinge da un archivio in funzione dagli anni Novanta, verrà inaugurata a breve, appena l’allestimento sarà terminato. Il numero eccezionale di lettere pervenute dimostra l’attuale intensità del mito di Giulietta, capace di suscitare ancora oggi nei cuori degli innamorati un’emozione profonda: il museo le esporrà secondo un ordine cronologico, con nome, età, sesso e nazionalità del mittente e agli occhi dei visitatori l’archivio apparirà come un puzzle di storie corredate da sogni, aspettative, desideri, un vero e proprio affresco sociale vissuto al ritmo del battito del cuore.
"Per Verona questa mole di missive rappresenta un formidabile richiamo turistico – aggiunge il presidente Tamassia – perché chi scrive a Giulietta poi è preso dal desiderio di conoscere il luogo in cui è vissuta, ovvero la nostra città, dove Shakespeare ha fatto sì che i due sfortunati amanti si conoscessero. Ci sono poi molte giovani, italiane e straniere, che vengono qui al club a rispondere alle lettere, perché sentono di condividere questa grande emozione rappresentata dal mito di Giulietta e Romeo. Dopo un’intervista fatta alla BBC radio l’estate scorsa, c’erano già alcune ragazze inglesi che ci hanno scritto perché vogliono venire a Verona a rispondere alle lettere".

Il Club di Giulietta ora si trova nella nuova sede di Corso Sant’Anastasia 29, dislocato su due piani: un privato l’ha messa a disposizione del sodalizio presieduto da Tamassia e le lettere adesso pervengono a questo indirizzo. Il trasloco è già terminato e le “segretarie” di Giulietta, tre ragazze statunitensi e due veronesi, sono già al lavoro. Lo spazio verrà usato, in futuro, anche per ospitare mostre d’arte e fotografiche sul tema dell’amore e della tragica vicenda di Romeo e Giulietta.


Il 14 febbraio alle 17, in occasione di Verona in Love, al Club di Giulietta si terrà la premiazione del concorso Premio Cara Giulietta: verranno infatti premiati i vincitori del concorso, scelti tra quanti hanno inviato una lettera alla loro eroina. Quest'anno i vincitori sono un geologo statunitense di 37 anni che vive a Denver, in Colorado, una giovane piacentina di 29 anni e una giovane norvegese di 21 anni. Tra i premi si contano un soggiorno a Verona, una scultura dell'artista veronese Sergio Pasetto, una bottiglia di Amarone di Gerado Cesari e alcuni gadget.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettere d’amore per Giulietta, presto l'inaugurazione del museo nella Casa degli Orefici

VeronaSera è in caricamento