menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si chiude con il boom di incassi la stagione areniana del Festival del Centenario

Quasi 29 milioni di euro di incassi, con un incremento del 27% in più rispetto al 2012. Queste sono alcune delle cifre che sanciscono il successo della centesima edizione del Festival

Un incasso totale di 28.760.311 euro, con un incremento del 27 per cento in più rispetto al 2012; 483.778 spettatori complessivi, il 13 per cento in più rispetto all’anno precedente, per 58 serate di spettacoli con 6 titoli d’opera e 4 gala.

Questi, in sintesi, i numeri più significativi del Festival del Centenario dell’Arena di Verona, iniziato il 1° giungo con il gala “Lo spettacolo sta per iniziare” e conclusosi domenica 8 settembre con l’Aida nell’allestimento storico del 1913.

Il bilancio del festival areniano2013 è stato presentato oggi in Sala Arazzi dal Sindaco e presidente della Fondazione Arena Flavio Tosi insieme al Sovrintendente Francesco Girondini. Erano presenti il direttore artistico della Fondazione Arena Paolo Gavazzeni, i consiglieri di amministrazione Paolo Ambrosini, Sergio Cinquetti, Mattia Galbero e, in rappresentanza del main sponsor, Carla Mainoldi responsabile sponsorizzazioni di Unicredit.

“Ringrazio la Fondazione Arena, le categorie economiche, gli sponsor e quanti hanno collaborato per la realizzazione di un Festival di grande successo - ha detto il Sindaco – pensato per festeggiare il centenario dell’Arena ma anche per fare da volano per le stagioni liriche dei prossimi anni. In tempi in cui la maggior parte delle Fondazioni liriche versa in situazioni di gravi crisi – ha aggiunto Tosi – la Fondazione Arena rappresenta, insieme alla Scala di Milano, un’eccezione positiva, come dimostrano i bilanci sempre attivi degli ultimi 6 anni e il fatto di essere riuscita a ripianare il pesante debito che si trovava all’insediamento di questa Amministrazione”.

“Una stagione lunghissima e molto impegnativa – ha detto Girondini – che ha registrato un grande successo di pubblico e di incasso, superiore non solo all’anno precedente ma anche alle edizioni passate; in un anno in cui la crisi economica è fortemente sentita – aggiunge Girondini – questi numeri sono motivo di orgoglio per tutta la città, chiamata a fare sistema per promuovere ed esaltare un patrimonio unico al mondo, che crea un indotto economico a vantaggio di tutto il territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento