Da unicredit una contributo all’attività dell'Associazione Mani Giovani e della famiglia salesiana

Coi fondi raccolti tramite la Carta Etica della banca donati nuovi arredi per tre centri diurni che accolgono bambini e ragazzi con problematiche familiari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

L'Associazione Mani Giovani, una Onlus di volontariato nata nella casa salesiana di via Provolo e che opera a favore di famiglie in difficoltà, ha ricevuto una donazione da parte di UniCredit.

Dopo le recenti celebrazioni del bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, l'Associazione ha voluto dare un segno concreto dell'impegno dei salesiani verso i giovani più in difficoltà e per questo ha individuato alcuni centri diurni del Comune di Verona che, pur in attività, hanno bisogno di un piccolo aiuto per migliorare i propri spazi.

Tramite i fondi elargiti dalla banca, intervenuta con un contributo di 5 mila euro, sono stati quindi comprati nuovi arredi per tre centri diurni che accolgono bambini e ragazzi con problematiche familiari. Ieri a Montorio, presso il Centro Aperto "Spazio Giochi" di Via degli Oleandri, alla presenza dell'Assessore ai Servizi sociali, Famiglia e Pari opportunità Anna Leso, sono stati inaugurati i rinnovati spazi del locale centro diurno.

La donazione attinge ai fondi raccolti dalla banca per iniziative e progetti di solidarietà sul Territorio tramite la carta di credito "UniCreditCard Classic E", che accantona il 2 per mille di ogni spesa effettuata dai clienti, senza aggravi per questi ultimi. Tramite i fondi della "Carta Etica" UniCredit negli ultimi 6 anni è riuscita a sostenere oltre 40 progetti di Onlus e Associazioni benefiche sparse in tutto il Territorio Nord Est, erogando contributi per 530 mila euro.

Dichiara Cristian Fabbro, Responsabile Distretto Marzana di UniCredit: «Il nostro forte radicamento nel territorio veronese richiede un impegno che travalica l'abituale attività finanziaria di supporto a imprese e famiglie. Il nostro contributo alla Onlus Mani Giovani va in questo senso e vuole essere un supporto concreto a chi è quotidianamente impegnato a contrastare il disagio giovanile».

Dichiara Andrea Adami, Presidente dell'Associazione Mani Giovani: «E' confortante in questo periodo di difficoltà assistere ad operazioni sinergiche in cui privati, associazioni di volontariato come la nostra e istituzioni come la famiglia salesiana operano fianco a fianco a favore dei giovani. D'altra parte dobbiamo anche ringraziare il Comune, e in particolar modo l'Assessorato ai Servizi sociali, Famiglia e Pari opportunità, che opera in modo diffuso sul territorio per raggiungere obiettivi di crescita nei giovani in difficoltà. Un ultimo ringraziamento va alla famiglia salesiana di Verona, che porta avanti gli insegnamenti di don Bosco e si impegna non solo nella formazione dei propri studenti, ma anche per i ragazzi di tutto il territorio».

I più letti
Torna su
VeronaSera è in caricamento