Giovedì, 21 Ottobre 2021
Notizie Cortile del Mercato Vecchio

L'Estate Teatrale Veronese fa il boom: oltre 56 mila le presenze registrate quest'anno

L'edizione 2013 della rassegna vede un incremento del 38 % sul pubblico e gli incassi totali, considerando gli spettacoli svolti al Teatro Romano, in Cortile MErcato Vecchio, quelli del Balletto dell’Arena e quelli di Rumors

Più di 51 mila spettatori al Teatro Romano nell’arco di trentasei serate, oltre 2 mila le presenze ai diciassette spettacoli in Cortile Mercato Vecchio, 1.240 gli spettatori del Balletto dell’Arena e 1.115 quelli di Rumors, festival delle “illazioni vocali”, per un totale di 56.461 presenze all’Estate Teatrale Veronese.

L’edizione 2013 registra così un incremento di pubblico e degli incassi del 38 per cento sul totale, rispetto al 2012 anno in cui le presenze totali erano state 40.905, e del 18 per cento sulla media di spettatori per serata. Questo il bilancio della 65^ edizione della manifestazione, promossa dall’Amministrazione comunale con il contributo di Banca Popolare di Verona e Agsm, presentato oggi alla stampa dal Sindaco Flavio Tosi, insieme al consigliere comunale incaricato alla Cultura Antonia Pavesi, al direttore artistico dell’Estate Teatrale Gianpaolo Savorelli e al direttore territoriale della Banca Popolare di Verona Leonello Guidetti.

“Si tratta di un successo incredibile – ha detto il Sindaco – per il quale a nome dell’Amministrazione comunale ringrazio il dottor Savorelli e il suo staff, che da anni lavorano con grande professionalità. È bello che sia una manifestazione culturale organizzata interamente da un ente pubblico ad aver ottenuto questi importanti risultati, a dimostrazione dell’ottima gestione di quello che è uno dei punti fermi della programmazione artistica della città, oltre che una rassegna che crea indotto per l’economia scaligera”.

“Nonostante la crisi – ha affermato Pavesi – i numeri dell’edizione di quest’anno ci regalano un grande entusiasmo e ci confermano ancora una volta che, quando si punta sulla qualità dell’offerta, la risposta da parte del pubblico non manca”.

Tra gli elementi caratterizzanti dell’edizione 2013 del Festival, Savorelli ha sottolineato “la scelta di un cartellone che ha puntato tutto su Shakespeare, una scommessa che abbiamo doppiamente vinto, grazie alle 21 mila presenze registrate dalla prosa e alla partecipazione di moltissimi giovani. Si tratta di una delle migliori stagioni in assoluto, e per la prima volta sia gli spettatori che la critica lo confermano”.

Da segnalare anche il successo della pagina Facebook, nata in via sperimentale tre anni fa, che dai 750 fan del 2010 è arrivata a quota 2.110. Già da qualche anno inoltre l’offerta informativa via web è stata ampliata con il canale Youtube e la pagina Twitter, che hanno registrato un’importante crescita di visualizzazioni e di follower.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Estate Teatrale Veronese fa il boom: oltre 56 mila le presenze registrate quest'anno

VeronaSera è in caricamento