Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Notizie

La Caritas diocesiana veronese rilancia l'appello per gli aiuti in Siria

La drammatica situazione mediorentale spinge l'associazione cattolica ad appellarsi alla comunità per dare sostegno alle popolazioni martoriate dal conflitto interno

Sono sempre più drammatiche le condizioni in cui vive la popolazione siriana. Le violenze continuano.

IN SIRIA - Infatti, mentre si sta sviluppando la rete di accoglienza dei rifugiati siriani nei paesi confinanti (oltre 400mila tra Libano, Giordania e Turchia) dove è già attivo il contributo delle Caritas nazionali di questi paesi, l’assistenza all’interno della Siria è molto più difficile e pericolosa. Lo staff di Caritas Siria è operativo dalla sede principale di Damasco e nelle varie regioni e sta ponendo grande attenzione a rifornirsi del materiale presso i commercianti locali a un prezzo accessibile, tenute presenti le difficoltà del mercato. 

L'APPELLO - Il lavoro è organizzato in collaborazione, oltre che con la rete delle parrocchie, anche con ONG musulmane, sia sciite che sunnite, come pure la Mezza Luna Rossa, al fine di identificare e raggiungere la popolazione bisognosa senza alcuna discriminazione. L’appello di Caritas Siria si fa pressante soprattutto per venire incontro alle famiglie di Homs e di Aleppo, ma l’aggravarsi della situazione richiede da parte di tutti uno sforzo di generosità. Caritas Italiana fa suo l’appello di Caritas Siria e lo rivolge con grande urgenza a tutte le comunità cristiane per assicurare un aiuto immediato, che beneficerà in particolare i bambini e, successivamente, per le immani necessità che si dovranno affrontare per la ricostruzione del paese. 

L’ennesima crisi Mediorientale interpella infine, e ancora una volta, la comunità internazionale sulle gravi responsabilità e sull’immenso dolore che nasce dall’incapacità politica di trovare una risposta pacifica alle ricorrenti crisi di questa area senza pace. Caritas Diocesana Veronese si affianca all’appello di Caritas Italiana e, soprattutto in questo tempo natalizio, si propone di non dimenticare le persone più povere presenti in queste popolazioni devastate dall’odio fratricida proponendo una colletta di una delle domeniche di Avvento, il cui ricavato andrà devoluto a progetti di sostegno che verranno indicati dall’”Emergenza Siria 2012”.    

DONAZIONE DIRETTA presso la segreteria di Caritas Verona in Lungadige Matteotti 8 (orari: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 con orario continuato).

CONTO CORRENTE BANCARIO intestato a CARITAS DIOCESANA VERONESE (causale Emergenza Siria 2012) • UNICREDIT Sede di Verona IBAN: IT 10 I 02008 11770 000005616284  • CREVER BANCA Spa IBAN: IT47 V032 4511 7030 00000002285 

CONTO CORRENTE POSTALE: C.C.P. 10938371

Oppure, per coloro che desiderano godere dei benefici di detrazione dalla dichiarazione dei redditi, possono inviare offerte all’ASSOCIAZIONE DI CARITA' SAN ZENO ONLUS - Verona - Lungadige - Matteotti n. 8: • conto corrente postale: 001006070856 - Coordinate IBAN: IT22Y0760111700001006070856  • CREVER BANCA Spa IBAN: IT58 H032 4511 7030 0000 000 2 340 

Chi si avvale di tale modalità di donazione è pregato di indicare nelle note il  proprio indirizzo per la spedizione della ricevuta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Caritas diocesiana veronese rilancia l'appello per gli aiuti in Siria

VeronaSera è in caricamento