Fase 2, motori: il mercato di auto e moto riparte veloce

L’Italia si rimette in moto con il trasporto privato. Forte accelerazione per le due ruote e le assicurazioni online. Bene l’usato

Immagine generica

Segugio.it, leader nella comparazione assicurativa in Italia, ha analizzato le dinamiche registrate nella prima settimana della Fase 2 per evidenziare quali siano le tendenze e quali saranno le esigenze di mobilità e assicurative degli Italiani nei prossimi mesi. Il settore auto e moto ha subito negli ultimi due mesi pesantissimi contraccolpi legati all’emergenza Coronavirus. Tra marzo (-85% rispetto a marzo 2019) ed aprile (-97%) le immatricolazioni auto, a causa della chiusura delle concessionarie, dei blocchi alla circolazione e dell’incertezza sul futuro, si sono infatti praticamente azzerate. Segnale analogo per le due ruote, con cali delle immatricolazioni in marzo e aprile 2020 rispettivamente del (-62%) e (-97%). Una precedente indagine realizzata da Segugio.it il 6 aprile 2020 aveva evidenziato analoghi crolli anche nel mercato dell’usato.

Analisi

Dall’analisi di Segugio.it sui preventivi assicurativi effettuati sul portale nella prima settimana della Fase 2, comparata con la medesima settimana del 2019, emerge un trend di robusta ripresa che ha avuto inizio nelle ultime due settimane di lockdown, quando progressivamente il numero di preventivi ha cominciato a crescere, in particolare per il comparto delle moto. Evidentemente gli Italiani hanno cominciato ad attrezzarsi per la ripartenza, anche attraverso un elevato numero di compravendite di mezzi usati fra privati.

Mercato dell’autovetture

a livello nazionale, i preventivi assicurativi relativi a veicoli nuovi sono ancora in territorio negativo rispetto al 2019 (- 33,5%), ma con una significativa ripresa rispetto ai due mesi precedenti. Migliore il dato per il comparto dell’usato, dove le richieste di prima assicurazione da parte del nuovo proprietario del veicolo (- 11,5%) si stanno riportando sui livelli del 2019.

livello regionale si evidenziano in particolare:

  • Sui preventivi per auto nuove, l’Abruzzo registra il maggior tasso di crescita (+ 33%). Negative, ma meglio della media nazionale (- 33,5%) le regioni del Centro-Nord più colpite dall’emergenza: Piemonte (-25%), Lombardia (- 25,6%), Veneto (in pari rispetto al 2019). Più debole la crescita di Lazio (- 32,8%) ed Emilia (- 37,6%). Soltanto Calabria, Puglia, Sardegna e Trentino Alto Adige restano ferme su ritmi simili ai due mesi precedenti;
  • Per preventivi di prima assicurazione per auto usata, si registra un exploit della Sicilia (+ 31,5%). Molte regioni, tra cui Liguria, Campania e Calabria, segnano variazioni positive o vicine agli stessi valori del 2019. Abruzzo, Basilicata e Marche registrano la peggiore performance, seppur migliorativa rispetto ai mesi di Marzo e Aprile.

Mercato dei motoveicoli

 a livello nazionale, i preventivi assicurativi relativi ai nuovi veicoli crescono significativamente rispetto al 2019 (+39%). Eccezionale il dato sulla prima assicurazione da parte dei nuovi proprietari per il comparto dell’usato (+104%).
livello regionale si evidenziano in particolare:

  • Sui preventivi per moto nuoveCalabria, Campania e Piemonte registrano tassi di crescita fenomenali (rispettivamente + 300%, + 190%, + 186%).
    Molto positivo il trend nelle grandi regioni: Lombardia (70,9%), Emilia (38,5%), Lazio e Veneto (20%). Ancora fermo il mercato in Friuli, Molise e Umbria;
  • Per preventivi di prima assicurazione per moto usata, brillano Trentino, Calabria e Marche (rispettivamente +325%, +300%, +300%). Fortissima crescita in Lombardia, Piemonte, Emilia, Toscana e Lazio, con incrementi tra il 63% ed il 94%. Le performance più modeste sono registrate da Valle D’Aosta e Friuli, seppur in linea o migliori rispetto al 2019.

Evidenziamo innanzitutto un fisiologico recupero rispetto allo stop dei mesi precedenti, in cui il lockdown ha paralizzato il mercato del nuovo e dell’usato - spiega Emanuele Anzaghi, Vicepresidente di Segugio.it.  A questo si aggiunge l’esigenza degli italiani di utilizzare maggiormente nei prossimi mesi i mezzi privati rispetto a quelli pubblici, di più difficile fruizione per via delle misure di sicurezza che ne ridurranno la capacità e gli accessi. Tutto ciò determinerà un forte ricorso al trasporto privato, in particolare alle due ruote che possono più agevolmente circolare nelle nostre città, data anche la stagione favorevole. Infine, i dati riflettono un sempre più diffuso ricorso alla comparazione online per la scelta dell’assicurazione: poter confrontare e sottoscrivere la polizza tramite web, senza esigenza di interazione con canali fisici, è una possibilità ora più che mai comoda e utile, oltre che vantaggiosa per i consumatori.”.

Fonte: segugio.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Zaia ha anche un lista tutta sua, ecco i candidati in provincia di Verona

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento