Verona, piena dell'Adige in arrivo: la Protezione Civile rimane in allerta

L'avviso di criticità è valido fino alle ore 20 di giovedì 29 ottobre, dopo le precipitazioni che hanno colpito le zone montane e pedemontane venete

Adige in piena - Immagine di repertorio

Le precipitazioni, che hanno colpito principalmente le zone montane e pedemontane venete, hanno causato l'aumento dei livelli idrometrici della rete regionale.

In particolare, è previsto il transito di una piena nel fiume Adige, già in atto a Verona, che interesserà il territorio regionale nei prossimi due giorni. Già nelle ore serali di martedì, è previsto il transito del colmo di piena nel fiume Tagliamento, presso la sezione di Latisana.
La criticità prevista, quindi, è riferita al transito delle piene che interessano questi due corsi d'acqua.

Alla luce di queste previsioni, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso un avviso di criticità, valevole, complessivamente, fino alle ore 20 di giovedì 29 ottobre.

Viene inoltre dichiarato lo stato di attenzione (allerta gialla) lungo la rete idraulica principale dei seguenti bacini: Adige-Garda e Monti Lessini; Po,Fissero-Tartaro- CanalBianco e Basso Adige; Basso Brenta–Bacchiglione; Livenza, Lemene e Tagliamento.

Scarica l'avviso di criticità idrogeologica ed idraulica del 27 ottobre

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento