Meteo Centro storico / Piazza Bra

Dal Garda all'Est Veronese, provincia scaligera imbiancata a tratti

Rispettate le previsioni. Gli accumuli maggiori si registrano in Lessinia, ma fiocchi si sono visti anche ad altitudini più basse. Nel capoluogo, invece, solo tanta pioggia

Neve su Torri del Benaco (Foto Facebook - Comune di Torri del Benaco)

Sulla provincia di Verona, come anche su altri territori del Veneto, è caduta la neve nella notte tra ieri e oggi, 27 e 28 dicembre. Non si può dire che questo evento meteorologico abbia sorpreso perché l'Arpav lo aveva previsto e la protezione civile regionale aveva dichiarato lo stato di attenzione anche per le nevicate. Ciò che non si può prevedere con certezza è la quantità di neve che si potrebbe accumulare su strade, campi e tetti del Veronese.

Le nevicati più abbondanti sulla provincia scaligera si sono verificate in Lessinia, in particolare a Cerro. Ma anche i comuni più in pianura sono stati interessati dal fenomeno, seppur con entità molto più lievi. Niente, o veramente poca neve su Verona, dove la pioggia è abbondante ma le temperature non permettono che si tramuti in neve. Nella zona del Lago, sono imbiancati i territori più a ridosso del Monte Baldo, come Torri del Benaco, Malcesine e Brenzone. Neve anche in Valpolicella, ma solo sui territori più elevati, mentre i fiocchi sono scesi anche ad altitudini più basse in Valdadige, soprattutto nel territorio di Dolcè. L'altro territorio veronese particolarmente innevato questa mattina è l'Est Veronese, dove i territori più imbiancati sono quelli al confine con la provincia di Vicenza, come San Giovanni Ilarione, Roncà, Monteforte d'Alpone e San Bonifacio, e scendendo verso la Bassa anche Ronco all'Adige la neve scende con una forte spinta del vento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Garda all'Est Veronese, provincia scaligera imbiancata a tratti

VeronaSera è in caricamento