menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neve mista a pioggia prevista nel Veronese. Attenzione anche al vento

Monitoraggio costante della situazione in Veneto per garantire la massima prontezza operativa della protezione civile

«L'inverno entrerà prepotentemente sulla scena italiana», aveva annunciato il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, prevedendo ondate di maltempo da domani, 2 dicembre, fino all'Immacolata. Sono attese piogge e rovesci diffusi al Centronord, in successiva estensione al Sud con rischio di nubifragi e forti temporali sul versante tirrenico. E farà freddo, tanto che la neve cadrà anche a quote basse su Piemonte ed Emilia. Neve che sarà mista a pioggia tra Lombardia, Veneto e Friuli. Neve dunque possibile in città come Asti, Alessandria, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Cuneo. In particolare tra parmense e reggiano si potranno accumulare anche 20 o 30 centimetri di neve sull'Appennino. Fiocchi misti a pioggia non esclusi anche a Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Mantova, Bologna, Udine.

Ed in riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa della protezione civile, è stata dichiarata la fase operativa di attenzione per il vento forte (da riconfigurare, a livello locale, in fase operativa di pre-allarme o allarme a seconda dell'intensità del vento) sulla zona prealpina, di pianura e costiera, dalle 21 di oggi alla mezzanotte di domani. Inoltre, è stato dichiarato lo stato di attenzione per neve (da riconfigurare, a livello locale, in fase operativa di pre-allarme o allarme a seconda dell’intensità dei fenomeni) dalla mezzanotte di oggi a quella di domani per la pianura, le zone collinari e il Bellunese meridionale.

PROTEZIONE CIVILE DI VERONA PRONTA AD INTERVENIRE

La protezione civile del Comune di Verona, preallertata per tutelare l'incolumità pubblica, con particolare attenzione alla viabilità, si è coordinata con Amia per la gestione dei mezzi spargisale in caso di neve e ghiaccio.
La perturbazione prevista potrebbe portare alla caduta di qualche fiocco di neve nell'area collinare cittadina. Mentre le forti raffiche di vento creeranno accumuli di foglie che, unite alle precipitazioni piovose e alla formazione di ghiaccio, potrebbero generare situazioni di pericolo per la mobilità dei cittadini.
«Facciamo appello ai cittadini - ha sottolineato l'assessore alla protezione civile Marco Padovani - Venga posta molta attenzione negli spostamenti a piedi e in macchina. Fra i più esposti a rischio sono coloro che dovranno muoversi con veicoli a due ruote, come moto, motorini, biciclette e monopattini. Sarà effettuato un intervento di salatura preventiva nella fascia alta delle colline di Moruri e Cancello. Domani mattina, invece, due ispettori si recheranno nelle aree collinari della seconda e dell'ottava circoscrizione per la verifica di eventuali problemi al transito veicolare. Se necessario, già programmato l’immediato intervento di mezzi per lo spargimento di sale nelle zone ritenute a rischio. Preallerta preventiva attivata dalla protezione anche con le due società autostradali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento