Meteo

Il caldo di Minosse è agli sgoccioli, una breve tregue e poi Virgilio

L'anticiclone verrà scacciato da forti venti di Bora di origine scandinava: la temperatura subito crollerà di 7 gradi nel Nordest dal Triveneto verso l'Emilia Romagna con veloci temporali e anche grandinate

Oggi è l'ultimo giorno di Minosse. L'anticiclone subtropicale sta dando l'ultimo assalto alle regioni meridionali mentre da noi il sole, seppur parzialmente coperto da nubi, mantiene le temperature attorno ai trenta gradi. Si starà meglio in Sardegna, grazie al maestrale, e al Nordest dove stanno giungendo infiltrazioni fresche dal nord Europa.

Gli esperti spiegano che nella notte Minosse verrà scacciato da forti venti di Bora di origine scandinava: la temperatura subito crollerà di 7 gradi nel Nordest dal Triveneto verso l'Emilia Romagna con veloci temporali e anche grandinate.


Purtroppo la tregua sarà breve: durerà un paio di giorni, perché già nel corso della settimana le temperature aumenteranno per l'espansione di un nuovo anticiclone, questa volta proveniente dalle Azzorre, quindi il caldo sarà meno intenso. La nuova bolla d'aria calda ha già un nome: Virgilio colui che nella mitologia scacciò Minosse. Il caldo sarà intenso, ma meno afoso e ci saranno le brezze lunghe le coste a mitigare i pomeriggi: Roma boccheggerà comunque fino al 21 luglio con 34/35°C costanti, stessa sorte a Napoli, e dal 18 al 20 luglio tutta l'Italia vedrà temperature tra i 34 del Nord ai 36 dell'Emilia, 36 al centro e 38 sul resto del Sud, Sardegna, Sicilia. Ma attenzione perché a sorpresa, Domenica 22 un nucleo di aria fresca finlandese punterà dritto verso l'Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caldo di Minosse è agli sgoccioli, una breve tregue e poi Virgilio

VeronaSera è in caricamento