menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la tempesta, Ferragosto di sole. A Bosco Chiesanuova valori Ozono oltre i limiti

Arpav all'interno di una nota fa sapere che il meteo per i prossimi giorni sarà prevalentemente soleggiato, mentre per quanto riguarda i valori di Ozono si registrano diversi superamenti della soglia di rischio (180 µg/m3)

Tempo stabile, grazie alla pressione atmosferica, nei prossimi giorni dopo il passaggio di un'intensa perturbazione che ha interessato il Veneto causando rovesci e temporali anche forti, soprattutto sulla costa e le zone montane. Il week end sarà prevalentemente soleggiato salvo una modesta variabilità nella giornata di sabato. Domenica sarà caratterizzata da tanto sole.

Per lunedì forse qualche nube in più, specie in montagna, ma in un quadro comunque di tempo stabile e in prevalenza soleggiato. Anche a Ferragosto prevarrà il sole. Le temperature saranno in progressiva ripresa, specie nei valori massimi, ma il clima risulterà complessivamente gradevole e ben diverso da quello dei giorni scorsi, grazie al netto ricambio della massa d’aria che ha spazzato via l’afa. Un po’ più caldo a Ferragosto quando i valori termici si riporteranno attorno alla norma del periodo, comunque ben lontani dagli estremi toccati ad inizio Agosto.

OZONO. VALORI ALTI IN GRAN PARTE DELLA REGIONE

Il tempo stabile e le alte temperature hanno fatto registrare ieri superamenti diffusi della soglia di informazione del valore dell’Ozono prevista a  180 µg/m3 “oltre la quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione” in 17 centraline situate nelle province di Verona, Vicenza, Padova, Treviso e Belluno. Nessun superamento invece si è verificato nelle province di Venezia e Rovigo.

Sono stati superati i 200 µg/m3 a Pieve d’Alpago (BL), Bosco Chiesanuova (VR), Cinto Euganeo (PD), Conegliano (TV), Feltre (BL) e Schio (VI).

Ad Asiago (VI), è stata superata la soglia di allarme di 240 µg/m3 “livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per la popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di adottare provvedimenti immediati”. Previsti per oggi ancora diffusi superamenti della soglia di informazione, anche con possibile superamento della soglia di allarme. È da domani che sono attese concentrazioni di ozono in sensibile diminuzione, sebbene saranno possibili superamenti della soglia di informazione dell’ozono (180 µg/m3) nella zona prealpina, pedemontana, nella pianura interna e nei colli.

Per domenica 25 giugno è attesa una generale diminuzione delle concentrazioni di ozono fin al di sotto della soglia di informazione. Nelle zone in cui i valori sono più alti, si consiglia di non rimanere all’aperto nelle ore più calde e di non intraprendere attività sportive o faticose per il fisico. I soggetti più sensibili come gli anziani, i bambini, le donne in gravidanza, le persone affette da disturbi respiratori, dovrebbero evitare di uscire all’aperto almeno nella fascia oraria tra le 12 e le 18.

ARPAV ha informato, come previsto dal nuovo protocollo, tutti i Comuni interessati, inoltre nel sito si possono consultare i dati in diretta, le previsioni e altre informazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento