Tasse

IMU: cos’è e quando pagarla

Che cos'è ed entro quando bisogna pagare IMU

Immagine generica

Imu sempre più 'smart'. L'Imu si versa in due rate, una con scadenza il 16 giugno per l'acconto e una entro il 16 dicembre per il saldo.

Cos'è IMU?

IMU, ovvero,  Imposta Municipale Unica, è il possesso di beni immobili: fabbricati, inclusa l'abitazione principale assoggettata all'imposta solo se di lusso, ossia appartenente alle categorie catastali A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze (una per categoria C2, C6, C7), terreni agricoli e aree edificabili.

Scadenze versamento IMU:

  • Acconto: Entro il 16 giugno 2020
  • Saldo: entro il 16 dicembre 2020

Entro il 16 giugno 2020 è possibile effettuare il versamento dell'intero importo dovuto annuo in unica soluzione

Come pagare IMU a Verona

E per i contribuenti sono attivi lo sportello online e la app 'LINKmate', per verificare in tempo reale la propria posizione, calcolare i tributi dovuti e stampare il modello F24. Tecnologia che permette di fare tutte le operazioni comodamente da casa, evitare le code e consentire agli uffici di seguire i casi più complessi o le persone meno abituate all’uso della tecnologia.

Una volta collegati a LINKmate, basta inserire il codice fiscale e i dati di uno degli ultimi pagamenti effettuati per accedere alla banca dati, raggiungibile sia da pc che da smartphone. In alternativa possono essere utilizzati il codice SPID oppure le credenziali dello Sportello Zero del Comune.

L’ufficio telematico, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, permette all’utente di compilare in modo semplice ed intuitivo la dichiarazione Imu-Tasi ed inviarla direttamente al Comune, da un computer, senza doversi recare agli sportelli. Per facilitare tutti i contribuenti sono stati predisposti dei video tutorial, che spiegano come registrarsi e compilare la documentazione. È inoltre possibile consultare l’elenco degli immobili di proprietà presenti nel catasto ed accedere ai versamenti effettuati per ogni tipo di tributo, ai riepiloghi contabili, oltre che alla sezione dei contatti dell'ufficio tributi.

Per accedere all’applicazione, disponibile sia per dispositivi Android che Ios, si utilizzano le stesse credenziali dello sportello telematico. L’app permette al contribuente di visionare, direttamente da smartphone e tablet, tutte le informazioni relative alla sua posizione e di comunicare con l’ufficio tributi del Comune.

Anche l’imposta di soggiorno è stata ‘digitalizzata’. Per i gestori delle strutture ricettive, infatti, sono a disposizione canali di comunicazione e rendicontazione telematica, per pagare con un click. La carta servizi dell’ufficio Tributi è stata ulteriormente aggiornata, ampliando l’offerta per gli utenti che devono pagare imposte e tasse.

Tutte le novità sono state presentate martedì mattina dall’assessore ai Tributi Francesca Toffali. «La nostra è una città sempre più smart – ha detto l’assessore –, anche imposte e tributi preoccupano meno ora che possono essere controllati e gestiti attraverso la tecnologia. Un modo per avvicinare l’amministrazione pubblica ai cittadini, agevolandone rapporti e comunicazioni. In questo modo, infatti, ogni contribuente può essere sempre aggiornato ed evitare di perdere tempo agli sportelli. Inoltre, per i nostri uffici, significa avere più disponibilità per le pratiche più complesse o per le persone che non sanno utilizzare le nuove strumentazioni».

Gli uffici dei Tributi, di via Adigetto, sono aperti il martedì dalle 9 alle 13 e, su appuntamento, dalle 15 alle 17; oppure il giovedì dalle 9 alle 13. On-line, sul sito del Comune, è possibile prenotare un appuntamento.

Attenzione: in ottemperanza ai Decreti del Governo in merito all'emergenza Coronavirus, si può accedere all'Unità Organizzativa Tributi Accertamento Riscossione solo su appuntamento concordato. In questa pagina tutti i contatti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IMU: cos’è e quando pagarla

VeronaSera è in caricamento