menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come richiedere la 104 a Verona

Tutte le informazioni per ottenere la 104

La legge 5 febbraio, n.104 per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone diversamente abili, nasce per tutelare i diritti delle persone con disabilità.

Cos'è la Legge 104

La Legge 104 è il principale riferimento normativo per i lavoratori con invalidità riconosciuta, ma permette anche ai parenti di persone disabili o invalide di poterli assistere a casa. Per ottenere il riconoscimento dei benefici legati alla legge 104/92 si deve presentare domanda per il riconoscimento dell’handicap grave all’Inps, che tramite una commissione medica rilascerà un certificato valido per le agevolazioni legate alla legge 104.

Chi tutela la Legge 104

Chi tutela:

  • disabili con contratto di lavoro dipendente, inclusi quelli modalità part-time;
  • genitori biologici, adottivi o affidatari di figli disabili, anche non conviventi;
  • coniugi lavoratori dipendenti di soggetti affetti da disabilità grave; lavoratori dipendenti parenti di individui disabili (entro il secondo grado di parentela);
  • parenti o affini entro il terzo grado di parentela, lavoratori dipendenti (zii, nipoti, bisnonni e bisnipoti nel caso in cui il genitore o coniuge del disabile siano ultra sessantacinquenni e in caso di mancanza, decesso o patologie invalidanti dei suddetti);
  • Con la circolare n. 38 del 2017, l'Inps ha esteso la possibilità di accedere ai permessi previsti dalla Legge 104 anche a conviventi di fatto e coppie unite civilmente, che rispettino le caratteristiche di cui sopra. 

Come richiedere la 104 a verona

Per essere riconosciuti come effettivamente disabile, ai sensi della Legge 104/92, bisogna sottoporsi a visita medica presso una apposita commissione mista dell'Asl dove, assieme a quella del medico, compaiono altre professionalità, in particolare medici esperti per specifica patologia, come ad esempio quella dello psicologo/psichiatra, dell'assistente sociale e del medico di categoria onde valutare da più punti di vista ogni singolo caso. È prevista la possibilità di visite domiciliari per quelle persone con documentata impossibilità ad essere trasportate. Il medico curante, su appuntamento, provvede agli inserimenti dei dati per la richiesta che verrà completata da un patronato. Seguirà una visita medica collegiale con conseguente emissione di un verbale che evidenzia la valutazione.

Informazioni complete al seguente link oppure il sito dell'INPS

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento