Giovedì, 16 Settembre 2021
Casa

Come affittare un locale commerciale

Ecco come aprire affittare un locale commerciale, gli adempimenti a carico del locatore

La prima cosa da fare nel caso in cui abbiamo a disposizione un immobile o vogliamo iniziare un’attività, è occuparci dell’affitto del locale. Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono gli adempimenti a carico dell'affittuario e del locatore

 

Affitto commerciale, le caratteristiche del contratto

All'interno del contratto è fondamentale che venga specificato l'utilizzo che verrà fatto del locale. Il proprietario, prima della firma, potrà informarsi sulla controparte, affidandosi ad agenzie specializzate per capire se la persona interessata è ad esempio affidabile da un punto di vista economico.

Per contro, il locatario dovrà verificare se gli spazi sono adatti alle sue esigenze e se sono presenti tutti i servizi necessari, come bagni, accessibilità e assenza di barriere architettoniche. Se questi non sono presenti, si può anche decidere di ristrutturare il locale a proprie spese.

Se l'immobile risponde alla normativa relativa alle attività commerciali, non si deve far altro che effettuare l'inventario dei beni presenti. Deve essere specificato il numero di vani, le sue caratteristiche, la visura catastale e lo stato in cui si trova il locale nel momento della stipula del contratto.

Prima di prendere possesso del negozio, l'inquilino deve corrispondere una cauzione come garanzia nel caso di mancato pagamento dell'affitto o di danni strutturali nel periodo di locazione.

Durata del contratto

In base alla legge, la durata di un contratto d'affitto è di sei anni per le attività commerciali e fino a nove anni se si tratta di una struttura che ospita alberghi, b&b o attività teatrali. Tutti i contratti inferiori ai sei anni vengono considerati nulli, tranne nel caso di quello transitorio. Questa opzione è contemplata quando si ha bisogno di affittare un immobile per un periodo di tempo limitato. Questo contratto è caratterizzato da due clausole:

  • la brevità del contratto, con la necessità di indicare la data di inizio e di fine;
  • la motivazione della transitorietà: si deve specificare perché l'attività ha una durata inferiore a ciò che è stabilito dalla legge.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come affittare un locale commerciale

VeronaSera è in caricamento