Martedì, 15 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre cento sub si sono dati appuntamento domenica a Bardolini per pulire i fondali del lago

Nella seconda edizione che si è tenuta nell'ottobre 2020 erano stati recuperati transenne e copertoni di camion: in recenti immersioni altri pneumatici sarebbero stati individuati insieme ad altri oggetti, tra cui vecchie radio

La terza edizione della giornata di pulizia dei fondali del lago di Garda a Bardolino è stata presentata giovedì nella Sala Rossa del Palazzo Scaligero. Un'iniziativa promossa dai volontari della scuola subacquea Gas Diving School, associata al Wwf, che si terrà domenica 13 giugno
Alla conferenza hanno partecipato il Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto; il Vicepresidente, David Di Michele; per la Gas Diving School, Michele Girelli, responsabile dell’iniziativa e Matteo Boschi, istruttore; Virginia Tortella, atleta; Mattia Boschelli, direttore Federalberghi Garda Veneto e, per il Wwf Verona, Alessandro Bonetti, responsabile oasi e Fabio Cortesi, responsabile ecologia urbana.

Oltre cento sub dai 15 ai 70 anni, provenienti anche da altri club veneti, del Trentino Alto Adige e della Lombardia, si sono dati appuntamento davanti alla sede dei Canottieri dalle 10 del mattino a mezzogiorno. Tra i volontari sarà presente anche Virginia Tortella, la “rana del Garda”, nota per aver attraversato a nuoto l’intero specchio lacustre.
La pulizia del fondale comincerà sotto riva, per poi procedere fino a una cinquantina di metri dalla costa. I sub saranno dotati di retine per raccogliere la minutaglia, mentre i rifiuti più pesanti verranno assicurati a delle cime e issati a bordo delle imbarcazioni d’appoggio. L’area sarà interdetta alla restante navigazione e a vigilare sulle attività ci saranno sia la Squadra Nautica della Polizia di Stato di Peschiera che l'idroambulanza della Croce Rossa di Bardolino.
A terra, a smistare e a differenziare i rifiuti, interverranno i volontari del Wwf di Verona, del gruppo Canottieri, dell'associazione Pesca Sportiva e del gruppo Alpini di Bardolino. Con loro anche i ragazzi della cooperativa sociale il Ponte che, inoltre, collaborano con la Gas Diving School nel progetto di integrazione sociale “Cambia il tempo”. Saranno presenti a Bardolino il Presidente della Provincia, Manuel Scalzotto e il Vicepresidente, David Di Michele.

La seconda edizione si era tenuta nell’ottobre del 2020 e, tra i tanti rifiuti, erano stati recuperati transenne e copertoni di camion. In recenti immersioni i volontari hanno già individuato sui fondali altri pneumatici e numerosi oggetti, tra cui vecchie radio.

Al termine delle operazioni i partecipanti si fermeranno per pranzare assieme all’aperto, naturalmente nel rispetto delle normative per l‘emergenza Covid-19.
Il tratto di costa, lungo circa un chilometro, resterà aperto al pubblico per sensibilizzare i turisti alla tutela del lago e lo smaltimento dei rifiuti sarà poi coordinato dal servizio ecologia del Comune.
L’evento è patrocinato dal Comune di Bardolino, dalla Provincia di Verona e dalla Regione del Veneto ed è inserito nel progetto “Missione spiagge pulite” del Wwf e Calzedonia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Oltre cento sub si sono dati appuntamento domenica a Bardolini per pulire i fondali del lago

VeronaSera è in caricamento