menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smart Energy Expo e Green Building Euromed: l'efficienza energetica a Veronafiere

Da mercoledì 14 a venerdì 16 ottobre 2015, la Fiera di Verona ospiterà i saloni dedicati all'efficienza energetica e all'ediiliza ecosostenibile

Inaugarati oggi mercoledì 14 ottobre a Veronafiere Smart Energy Expo e Green Building Euromed, in corso nei padiglioni della fiera fino a venerdì 16 ottobre. La prima giornata è stata aperta dal Verona Efficiency Summit, un momento per definire policy concrete sull'efficienza energetica.

L’appuntamento con la sostenibilità a Veronafiere è raddoppiato: Smart Energy Expo, fiera dedicata al settore dell’efficienza energetica, organizzata da Veronafiere ed EfficiencyKNow, nel 2015 si svolge insieme a Greenbuild Europe & The Mediterranean, prima edizione europea del più importante evento dedicato alla formazione e comunicazione nell’ambito della sostenibilità nel campo delle costruzioni.

Veronafiere è stata pioniera nel cogliere la “rivoluzione” avvenuta nel mondo dell’Energia che ora si sta sviluppando anche in quello dell’edilizia. "Il settore della tecnologia, fortemente collegato a quello dell’energia e dell’edilizia, si sta muovendo in un contesto anch’esso in movimento e per questo motivo è necessario essere sempre aggiornati. Veronafiere attraverso queste due manifestazioni è punto di riferimento per il mondo istituzionale, industriale e per quello scientifico di entrambi i comparti" dichiara Damiano Berzacola, Vice Presidente Vicario di Veronafiere.

Entrambe le manifestazioni rivolgono grande attenzione al mondo dei professionisti attraverso un ricco programma di convegni che vede tra i relatori alcuni dei più importanti esperti del settore. Smart Energy Expo è stata inaugurata dal Verona Efficiency Summit, forum internazionale che quest’anno punta tutto sulle opportunità offerte dalla tecnologia che rende i consumatori di energia sempre più consapevoli. Ospiti, tra gli altri, Carlo Ratti, Direttore del Massachusetts Institute of Technology Senseable City Lab, Samuele Furfari, Consigliere del Direttore Gener ale della divisione Energia della Commissione Europea, Simona Vicari, Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico con delega alle Smart City e Mario Caironi, Ricercatore del Center for Nano Science and Technology dell'Istituto Italiano di Tecnologia.

"Veronafiere, con il proprio know - how e attraverso la partnership con alcuni dei più importanti soggetti istituzionali del settore dell’energia e dell’edilizia sostenibile, pone l’efficienza energetica come driver competitivo delle imprese e come un ‘must’ del fare fiera – sottolinea Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere – . Vogliamo essere promotori di una cultura del risparmio energetico: Veronafiere è l’unico ente fieristico italiano certificato ISO 50001 per un miglioramento continuo delle prestazioni nell’ambito dei consumi, della promozione della cultura del risparmio energetico e della ricerca di soluzioni innovative".

Anche Greenbuild EuroMed – organizzato da Veronafiere e Greenbuilding Council Italia, in collaborazione con US GBC e Informa Exhibition – edizione per l’Europa e i Paesi del Mediterraneo di GreenBuild il più grande grande evento mondiale di settore, ospita a Verona personaggi internazionali, tra i quali i massimi esperti del mondo dell’edilizia sostenibile che negli anni hanno messo in atto una “rivoluzione” inventando nuovi protocolli di certificazione. Tra questi, Rick Fedrizzi, CEO di US Green Building Council, l’organizzazione che ha sviluppato il protocollo LEED - Leadership in Energy and Environmental Desi gn , certificazione che in Italia è stata ottenuta da 264 edifici che occupano una superficie totale di 14,4 milioni di metri quadrati. "Sulla base di questa esperienza GBC Italia ha sviluppato sistemi di rating adattati al contesto nazionale tra i quali GBC Home dedicato alle abitazioni, GBC Quartieri per le aree urbanizzate e GBC Historic Building per la riqualificazione degli edifici storici, unico al mondo" precisa Thomas Miorin, Consigliere di Greenbuilding Council Italia.

Tornando a Smart Energy Expo, questa edizione rivolge grande attenzione al mondo dei professionisti. Nel corso della manifestazione gli Ingegneri potranno ottenere crediti formativi, frequentando almeno 3 Lectures del programma, organizzate da ENEA e RSE; i crediti verranno erogati dall’Ordine degli Ingegneri di Verona, competente per territorialità, per conto della FOIV - Federazione Regionale Ordine Ingegneri del Veneto.

"Le istituzioni e il mondo dell’efficienza energetica scelgono Verona come luogo ideale per discutere su argomenti quali la diagnosi energetica, la figura degli energy manager e degli esperti in gestione dell’energia (EGE), per presentare prodotti e soluzioni e per confrontarsi su un mercato in continua evoluzione. Smart Energy Expo è il punto di riferimento per la definizione delle regole, per la formazione e la divulgazione, nonché per la promozione dello sviluppo del mercato dell'efficienza energetica" commenta Marco Pezzaglia, Founding partner di EfficiencyKNow.

Nelle due edizioni precedenti, Smart Energy Expo ha messo al centro della discussione l’importanza del ruolo dell’energy manager, sia nelle aziende produttrici di energia, sia in quelle energivore: sono loro i protagonisti dello Smart Customers, il programma di incontri b2b che li mette a confronto con gli espositori che in fiera presentano soluzioni, prodotti e tecnologie per l’efficienza energetica.

Tra i tanti protagonisti di Smart Energy Expo, anche Enel. Il progetto Europeo H2020 coordinato da Enel Distribuzione Flexiciency ed il sistema Energy Management System realizzato da Enel per EXPO 2015 a Milano, sono stati presentati durante l’incontro che si è svolto nella giornata inaugurale di Smart Energy Expo, in occasione dell’evento promosso dal Consorzio Europeo CIVIS per illustrare i primi risultati del progetto “Cities as drivers of social change” (CIVIS) – “Le città come motori del cambiamento sociale”. Obiettivi dell’iniziativa sono lo studio e lo sviluppo di componenti del tutto innovativi che colleghino, integrandole, le reti energetiche urbane, con le reti ICT e i social network. Le smart grid stanno diventando network sempre più intelligenti ed accessibili. I nuovi modi di produzione di energia trasformeranno i cittadini in prosumers ovvero non solo consumatori ma anche produttori. Il progetto CIVIS punta a guardare ancora oltre questo scenario esplorando le potenzialità dei social network e delle comunità per ridurre in modo significativo sia l’uso di energia che le emissioni. Il progetto punta dunque a sviluppare nuovi modelli di business per la catena di valore dell’energia, sostenendoli con innovazione tecnologica e sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento