mobilità Piazza Brà

Parte la sperimentazione del car sharing: Corsi riceve il quadriciclo Birò

Il quadriciclo coperto è a due posti, ha un piccolo bagagliaio sul retro e può spostarsi ad una velocità di 45 chilometri orari. Il comune di Verona lo ha ricevuto in comodato d’uso gratuito per un mese

Il comune di Verona ha ricevuto, in comodato d’uso gratuito per un mese, il quadriciclo elettrico “Birò” di Estrima, studiato per la mobilità urbana sostenibile. Il veicolo è stato consegnato, questa mattina, agli assessori alla Mobilità Enrico Corsi e all’Ambiente Enrico Toffali dal presidente di Estrima Matteo Maestri.

“Grazie a questa iniziale sperimentazione – ha detto Corsi – potremmo verificare l’efficacia e le potenzialità di questo mezzo, prima di indire il bando di gara per il car sharing, sistema che speriamo possa divenire operativo per l’inizio della prossima estate”. “Questo veicolo elettrico, assolutamente ecologico – ha spiegato Toffali – potrebbe ridurre i problemi di traffico e inquinamento all’interno del centro città. Dopo il successo del bike sharing, che in pochi mesi ha già superato quota 33 mila utilizzi, questa nuova modalità rappresenterà il prossimo passo per incentivare una mobilità innovativa e sostenibile”.

Birò è un veicolo elettrico che si ricarica con alimentazione a presa domestica, ha un’autonomia di 50-70 chilometri il cui costo in energia è di 1 euro. Il quadriciclo coperto è a due posti, ha un piccolo bagagliaio sul retro e può spostarsi ad una velocità di 45 chilometri orari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte la sperimentazione del car sharing: Corsi riceve il quadriciclo Birò

VeronaSera è in caricamento