life Centro storico / Piazza Brà

Verona bella e "intelligente" è la prima città del Veneto per crescita sostenibile: ottava in tutta Italia

la fa da padrone sull'estensione della Banda larga per internet, energie rinnovabili e risparmio, la sicurezza e la giustizia: in tutti questi settori è considerata città di "prima fascia". Sotto di 10 posizioni Padova e poi Vicenza

Dei 7 comuni capoluogo del Veneto, Verona è la prima e l'ottava in posizione assoluta. Questo considerando lo "Smart city index", che misura il grado di “intelligenza” di tutti i comuni capoluogo italiani, considerando varie aree tematiche, dalle infrastrutture a Banda larga ai servizi digitali (sanità, scuola, mobilità, government, giustizia, turismo e cultura), fino allo sviluppo sostenibile delle città. Verona, Padova e Vicenza si posizionano tra le prime 25 città del ranking nazionale, Venezia e Treviso nella fascia intermedia (31esima e 36esima posizione), più indietro Belluno e Rovigo.

Bene soprattutto i settori della banda larga, smart mobilità, smart cultura e turismo, ed energie rinnovabili. Le città, secondo il rapporto statistico della Regione Veneto, rappresentano una leva importante per la crescita sostenibile di un territorio e per il raggiungimento degli obiettivi di Europa 2020, specie se ne vengono valorizzate le opportunità economiche e si progetta un approccio integrato allo sviluppo urbano. Anche l'Italia, nonostante la sua lunga tradizione rurale, vive lo stesso processo di urbanizzazione in atto a livello globale: nel 2011 la popolazione in aree urbane è il 68%, circa 42 milioni di persone, e si stima arriverà al 79% nel 2050. Smart City, Verona 18esima nello Smart City Index
La classifica vede 116 capoluoghi italiani “primari” (individuati dall’Istat), analizzati in materia di servizi digitali e sviluppo sostenibile utilizzando oltre 150 indicatori e 9 aree tematiche: Broad Band, reti wi-fi, fibra ottica e servizi Mobile; Smart Health, sanità elettronica, multimediale e servizi web; Smart Education, scuola digitale e servizi multimediali; Smart Mobility, nel trasporto pubblico e privato; Smart Government, pagamenti elettronici, open data e servizi online; Mobilità Alternativa, auto elettriche, car sharing e car pooling, piste ciclabili; Efficienza Energetica, smart building e smart lighting; Risorse Naturali, gestione rifiuti, qualità dell’aria e risparmio idrico; Energie Rinnovabili, fotovoltaico, idroelettrico ed eolico.

 

Potrebbe interessarti: https://www.veronasera.it/speciale/earth-day/smart-city-verona-18esima-smart-city-index.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/veronasera

IN CLASSIFICA - Verona, nell'indice "Smart" la fa da padrone sull'estensione della Banda larga per internet, energie rinnovabili e risparmio, la sicurezza e la giustizia: in tutti questi settori è considerata città di "prima fascia", mentre potrebbe migliorare il rapporto con la salute dei cittadini e la mobilità alternativa. In ogni caso agguanta una posizione invidiabile, da "Top ten" rispetto alle altre città venete con un punteggio tra 60 e 80 punti, sul totale dei 100. La prima città veneta, capoluogo di provincia, dopo Verona, è Padova che si ferma alla 18esima posizione. 

Le città, in base allo "Smart index" sono motore dell'economia, terreni fertili per tecnologia, innovazione e creatività; tuttavia, sono anche luoghi in cui emergono e si accentuano le problematiche sociali e richiedono un'attenzione particolare tra le priorità di governance. “La visione europea della città di domani – fa rilevare il vicepresidente e assessore regionale al territorio Marino Zorzato - è di un luogo che, oltre a una sostenuta spinta produttiva, miri a un buon livello di coesione sociale e di tutela ambientale. Le nuove tecnologie e l'innovazione diventano preziose alleate per la rigenerazione della città e per migliorare la qualità della vita attraverso il modello europeo di città intelligente”.

“Nel processo verso le smart cities – conclude Zorzato – ogni città dovrà essere protagonista. La Regione avrà il compito di promuovere e monitorare le varie fasi di realizzazione, come già sta facendo attraverso l'attuazione dell'Agenda Digitale regionale. L’obiettivo è garantire elevati standard tecnologici alle nostre città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona bella e "intelligente" è la prima città del Veneto per crescita sostenibile: ottava in tutta Italia

VeronaSera è in caricamento