Giornata mondiale della popolazione

Un messaggio per rispettare il diritto alla famiglia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

La Giornata delle Nazioni Unite e della popolazione mondiale ogni anno è osservata l’11 luglio per riaffermare il diritto umano alla creazione di una famiglia. Essa incoraggia attività , eventi e informazioni per contribuire a rendere questo diritto una realtà in tutto il mondo. La Giornata Mondiale mira ad aumentare la consapevolezza della gente su questioni demografiche diverse, quali l’importanza della pianificazione familiare, tra cui la parità di genere, la povertà, la salute materna e i diritti umani. La giornata si celebra in tutto il mondo da gruppi d’affari, organizzazioni comunitarie e gli individui in diverse modalità. Le attività includono discussioni seminariali, sessioni informative educative, concorsi e saggi. La ricorrenza fu inaugurata dal consiglio direttivo del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) nel 1989. L'idea di creare la celebrazione fu ispirata dall'interessamento pubblico sollevato dalla "giornata dei 5 miliardi" caduta nel giorno 11 luglio 1987, data in cui approssimativamente la popolazione mondiale raggiunse la quota di 5 miliardi. L'obbiettivo della giornata mondiale della popolazione è quello di aumentare la consapevolezza riguardo a tematiche legate alla demografia come l'importanza del controllo famigliare sulle nascite, la parità tra i sessi, la povertà, la salute durante la maternità e i diritti umani. Mentre l'interesse della stampa e la coscienza generale sull'argomento della popolazione mondiale si risvegliano solo quando la quota aumenta di un miliardo, l'incremento è oggi di circa 100 milioni ogni 14 mesi. Nel gennaio 2017 la popolazione mondiale ammonta a circa 7,477220 miliardi di persone. I volontari di Gioventù per i Diritti Umani vogliono ricordare il diritto numero 16 della Dichiarazione Universale: “Uomini e donne in età adatta hanno il diritto di sposarsi e di fondare una famiglia, senza alcuna limitazione di razza, cittadinanza o religione. Essi hanno eguali diritti riguardo al matrimonio, durante il matrimonio e all’atto del suo scioglimento.” Da anni in tutto il mondo danno vita ad iniziative per promuovere i diritti umani e portare maggiore consapevolezza su di essi, in quanto sostengono che “I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico” come scrisse l’umanitario L. Ron Hubbard. Ufficio Stampa Gioventù per i Diritti Umani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento