rotate-mobile
VeronaSera Roncà / Via Cengiarotti

Frana a Roncà: i camion non circoleranno più sulla provinciale

Il recente acquazzone ha peggiorato una situazione di difficoltà che proseguiva dal marzo 2011. Dopo le proteste degli abitanti, che rischiano di vedersi tagliati fuori, ora arriva il provvedimento

Si tratta del primo danno registrato nell'acquazzone che, tra mercoledì e giovedì, ha colpito la provincia: una frana a Roncà, il cedimento della terra della strada provinciale.

UN ANNO FA - All'origine di tutto c'è il violento nubifragio del 16 marzo 2011, che aveva fatto scivolare verso valle parte della carreggiata. La strada era stata messa in sicurezza restringendo la corsia, predisponendo una telonata e transennando il fronte che casca giusto su una curva. La frana ora si fa più minacciosa, i residenti scrivono a due Province e ora arriveranno i new jersey che impediranno a bilici e camion di passare da lì. La pioggia dell'altra notte, che ha peggiorato la situazione, ieri ha ottenuto di premere sull'acceleratore. Due giorni fa i residenti, che temono di ritrovarsi da un giorno all'altro senza l'essenziale collegamento viario con il vicentino, avevano deciso di portare la loro protesta sui giornali. Mercoledì, dopo una notte in cui anche il Comune, torce alla mano, è tornato a monitorare il cedimento della banchina, hanno scritto chiedendo interventi urgenti e minacciando che, diversamente, ci penseranno loro. La protesta è stata ascoltata: dopo il cedimento sono finalmente arrivati i divieti e gli strumenti per farli rispettare. I residenti di Santa Margherita li aspettavano da quasi due anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana a Roncà: i camion non circoleranno più sulla provinciale

VeronaSera è in caricamento