Agricoltura e scienza: la genetica, gli OGM e le nuove tecnologie spiegate agli studenti

Lunedì 25 novembre, incontro al Liceo Copernico di Verona con Vittoria Brambilla, ricercatrice dell’Università Statale di Milano

Immagine generica

E’ un appuntamento del ciclo nazionale La Scienza a Scuola 2019. La quinta edizione dell’iniziativa organizzata da Zanichelli porta oltre 50 ricercatori nei licei ed istituti di diverse regioni italiane per raccontare a studenti e insegnanti le storie di chi lavora alle frontiere della ricerca. Sono storie che comunicano passione per la scienza e danno idee su cosa sappiamo e su che cosa stiamo per scoprire in matematica, fisica, chimica, biologia e medicina con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU.

Agricoltura e scienza 

L’agricoltura è un’invenzione dell’uomo, antica oltre 10.000 anni. È grazie all’agricoltura che si sono sviluppate le civiltà moderne e fondamentalmente di agricoltura si sfama la crescente popolazione mondiale attuale. Da sempre l’uomo migliora la sua agricoltura perché dia raccolti sempre più abbondanti e di migliore qualità. Per fare ciò vengono migliorate le pratiche agronomiche ma molto importanti sono le caratteristiche delle piante stesse. Agli strumenti della selezione artificiale e dell’incrocio, utilizzati storicamente per migliorare le piante coltivate, si sono aggiunti di recente gli strumenti sempre più precisi e sofisticati della genetica e della biologia molecolare. La decodificazione dei genomi, insieme alle conoscenze dei meccanismi fisiologici delle piante, permettono di migliorare con una precisione prima impossibile le nostre piante.

Ma quali sono gli strumenti biomolecolari che si possono mettere in atto per migliorare le nostre piante? Agli “storici” OGM si sono aggiunte oggi le nuove tecnologie di genome editing quali CRISPR/Cas9. Ma quali sono le loro differenze? E in quali situazioni una tipologia è più utile di un’altra?

Di questo parlerà Vittoria Brambilla, ricercatrice in Botanica al Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali della Statale di Milano, agli studenti del Liceo Copernico di Verona, nell’incontro: Agricoltura e scienza – la genetica, gli OGM e le nuove tecnologie di genome.

La scienziata guida un gruppo di ricerca che si occupa di miglioramento genetico del riso e di studiare basi molecolari della fioritura in riso in relazione all’ambiente. E’ stata ricercatrice al Max Planck Institute for Plant Breeding Research di Colonia fino al 2011 e al Dipartimento di Bioscienze della Statale fino al 2017.

L’incontro 

L’appuntamento fa parte del ciclo nazionale di 200 incontri “La scienza a Scuola” realizzati da Zanichelli in collaborazione con la rivista “Le Scienze”. Un tour didattico da ottobre a gennaio in cui 50 tra ricercatori, docenti, divulgatori e personalità del mondo scientifico incontreranno studenti e insegnanti degli istituti superiori e licei d’Italia per spiegare le ultime novità della Scienza, con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile.  

Gli incontri sono riservati agli studenti e ai docenti delle singole scuole.

L’Agenda 2030

L’Agenda 2030 è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile - Sustainable Development Goals, SDGs - in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni: i Paesi, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030. 

Per maggiori informazioni: https://www.unric.org/it/agenda-2030

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Farmaci contro l’ipertensione: quali effetti nei pazienti Covid? Verona nel team di ricerca

  • Un corso di ricette online con ai fornelli chef Giancarlo Perbellini durante la quarantena

  • L'ESU di Verona, la pandemia e l'impegno per continuare a fornire servizi agli studenti

Torna su
VeronaSera è in caricamento