Servizio Civile Universale: come presentare domanda

Per partecipare, i ragazzi e le ragazze di età compresa tra i 18 e 28 anni, possono fare domanda entro e non oltre le ore 14.00 di lunedì 15 febbraio 2021

Sono aperte le domande per la selezione di giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni per il bando del Servizio Civile Universale 2020! Un anno da dedicare al servizio dei più vulnerabili e nello stesso tempo crescere e formarsi sia dal punto di vista personale che professionale.

Cosa offre il  SCU

Il SCU offre: 

  • 12 mesi di esperienza di volontariato;
  • indennità mensile di 439,50 euro;
  • 25 ore a settimana;
  • permessi straordinari per sostenere esami universitari;
  • oltre 100 ore di formazione.

Anche quest'anno Medici per la Pace offre l'opportunità ad una ragazza o un ragazzo di partecipare alle attività istituzionali dell'associazione nella sede di Verona.

Durante l'anno di SCU potrai:

  • Contribuire alla realizzazione dei progetti. I progetti in ambito sociale di Medici per la Pace hanno bisogno di persone che si dedicano all'ascolto e all'accompagnamento dei soggetti beneficiari per il buon funzionamento dei servizi offerti nonché all'organizzazione e la gestione degli stessi.
  • Aiutare l'Ufficio Comunicazione nella gestione dei social network e nelle comunicazioni istituzionali. Inoltre potrai ideare e supportare le campagne informative sulle attività di MpP e organizzare eventi (condizioni sanitarie permettendo); Collaborare con l'Ufficio Fundraising per l'ideazione di campagne di raccolta fondi e realizzazione materiale informativo dedicato.

Come fare domanda al Servizio Civile Universale 

Per partecipare, i ragazzi e le ragazze di età compresa tra i 18 e 28 anni, possono fare domanda entro e non oltre le ore 14.00 di lunedì 15 febbraio 2021. Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre essere riconosciuto dal sistema, che può avvenire in due modalità:

  1. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID (livello di sicurezza 2), il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.
  2. I cittadini appartenenti a un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa contiene il primo Dpcm a firma Draghi: tutti i divieti e le norme dal 6 marzo a Pasqua

  • Didattica a distanza: le 4 migliori app per studenti

Torna su
VeronaSera è in caricamento