Come gestire le emozioni: un focus dedicato ai genitori e ai bambini

La psicologa Ilenia Bozzola spiega l’importanza delle emozioni

Immagine generica

Oggi più che mai, dovremmo concentarci sulle emozioni, in un mondo di "chiusura", noi ogni giorno abbiamo bisogno di emozionarci! Perchè le emozioni per brutte che siano, sono linfa. Le parti più arcaiche e innate delle nostre relazioni affettive sono le emozioni. Esse derivano non tanto da ciò che ci accade, ma dal modo in cui interpretiamo e valutiamo ciò che ci succede, fin da quando siamo bambini. 

E proprio dai bambini dovremmo partire, specialmente in questo periodo, dove stanno vivendo una realtà "surreale", lontana dalla normalità.

Ne abbiamo parlato con la nostra psicologa veronese, Ilenia Bozzola.

“Credo sia importante- afferma Ilenia Bozzola- soprattutto con i più piccoli, creare occasioni di gioco che mirino a promuovere empatia, ascolto, abilità sociali e che rafforzino l’autostima. Dall’esperienza nelle scuole, ho compreso in primis quanto sia importante aiutare il bambino a diventare consapevole delle proprie emozioni e a saper dare loro un nome che gli consenta di comunicare ad altri i propri sentimenti.”

Altrettanto rilevante é accompagnare il bambino nella comprensione di cosa ha creato il proprio stato d’animo. 

“Infatti- continua la psicologa- individuare quali pensieri hanno contribuito a determinare quelle particolari emozioni è importante perché consente al bambino di avere un maggior senso di fiducia nelle risorse personali. Inoltre in questo modo può imparare a riconoscere, ed eventualmente variare, i propri modi di pensare che crede possano provocare di più le emozioni spiacevoli, aumentando, invece, il senso di autoefficacia.”

Davanti  ad uno scarso rendimento scolastico c’è la tendenza ad arrendersi e a rinunciare di fronte ad attività impegnative, viste come irraggiungibili per chi ha una bassa stima di sé. Pertanto é importante abituare il bambino a superare la tendenza ad attribuirsi valutazioni globali negative per i propri insuccessi e iniziare, invece, ad assegnare maggior peso alle situazioni di riuscita, canali privilegiati per far emergere le proprie attitudini.

“Ritengo- conclude Ilenia Bozzola-che molti modi di pensare sono assimilati dal bambino ascoltando ciò che dicono gli adulti intorno a lui. Pertanto sarebbe importante che l’adulto diventasse maggiormente consapevole del proprio modo di interagire e di comunicare, per riuscire ad ascoltare in profondità i pensieri dei più piccoli e per accompagnarli nella costruzione di un sistema di pensieri che favorisca una maggior fiducia in sé e negli altri.

Chi é Ilenia Bozzola?

La psicologa Ilenia Bozzola è specializzata in Psicologia di comunità e ha proseguito la sua formazione in Psicoterapia Costruttivista. È Presidente dell’Associazione Progetto Giovani, realtà veronese che intende promuovere il benessere fisico e psicologico, in particolare, dell’adolescente e del giovane adulto. Lavora come psicologa per adulti ed adolescenti presso il suo studio privato in centro a Verona, oltre ad occuparsi di interventi di prevenzione all’interno delle scuole. Da alcuni anni realizza percorsi sull’autostima e sulla comunicazione, sia individuali che di gruppo. 

Informazioni:

ilenia.bozzola@gmail.com 

Sito personale: www.ileniabozzola.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come diventare fisioterapista: formazione e post-laurea

  • Come diventare influencer? Ora puoi seguire un corso di laurea direttamente da casa

  • Come diventare notaio: tutto quello che devi sapere

Torna su
VeronaSera è in caricamento