Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 30 ottobre all'1 novembre 2020

Tutti gli eventi da non perdere durante il prossimo fine settimana veronese

Le Fabbriche del Gusto - foto WeFood "L'Artigliere"

Primo consiglio per il weekend: rileggersi il Dpcm del 24 ottobre, o perlomeno il nostro riassunto breve e le precisazioni su spostamenti, mascherine e tutto il resto, così da evitare problemi. In secondo luogo di seguito vi proponiamo una serie di interessanti appuntamenti che sarà possibile seguire, talvolta online ed in altri casi direttamente in presenza.

Se volete pubblicare un evento su VeronaSera è facilissimo, basta cliccare qui

Giornata Mondiale della Poesia

Sarà trasmessa in live streaming direttamente dalla Biblioteca Capitolare la Giornata Mondiale della Poesia, con ospiti e relatori collegati da tutta Italia e da diversi Paesi del Mondo. L'appuntamento è per sabato 31 ottobre, a partire dalle 15, quando prenderà avvio la cerimonia vera e propria.

Le Fabbriche del Gusto a Verona

Visite guidate, laboratori, show cooking e degustazioni permetteranno nel fine settimana ad un vasto pubblico, limitato negli accessi da stringenti misure di sicurezza, di cogliere i segreti delle produzioni di qualità. Visite e degustazioni nella Società Agricola Eleva e nella Cantina F.lli Zeni, show cooking al Ristorante L’Artigliere.

I musei civici di Verona sono aperti

Anche dopo il Dpcm del 24 ottobre 2020, i musei e monumenti del Comune di Verona sono aperti al pubblico. Qui trovate un breve riepilogo con tutte le informazioni utili per visitarli e le iniziative attualmente in corso.

L'opera di Boccioni "Tre donne" esposta a Verona

Il dipinto "Tre donne" di Umberto Boccioni è esposto per la prima volta a Verona, visibile al pubblico nel nuovo allestimento della terza sala della Galleria d'Arte Moderna Achille Forti. Prosegue così l’attività veronese del ciclo di mostre dossier intitolato "Ospiti fuori dal Comune", dedicato a capolavori in prestito da collezioni di istituzioni italiane ed estere, che vengono presentati per un lungo periodo nei percorsi espositivi dei musei cittadini. Se poi dovesse arrivare un nuovo lockdown, non dite che noi non ve lo avevamo detto di andare a vederlo prima.

Riscoprire i ponti di Verona nel Novecento

Aperta al pubblico anche il venerdì nella hall di Palazzo Barbieri, (sede del Comune di Verona, piazza Bra, 1), la mostra "I ponti in cemento armato", la prima delle tre esposizioni inserite nel più ampio percorso espositivo: "I ponti di Verona nel Novecento".

A Verona la visita guidata "Strategie militari"

Domenica 1 novembre 2020 appuntamento da non perdere con "Strategie militari". Castelvecchio, Arsenale e Porta Palio, un racconto sulla storia militare di Verona, dove la vita degli eserciti incontra l’arte.

"Dante 700 in Lessinia"

Continua online la rassegna "Dante 700 in Lessinia" con Alessandro Anderloni a interpretare Dante sulle tracce della Divina Commedia nelle leggende popolari della Lessinia. In diretta streaming sulla pagina Facebook Dante Settecento venerdì 30 ottobre 2020, ore 20.30, appuntamento con "Il Cóvolo e il ghiaccio del cocito", Inferno XXXIII.

Halloween al Children’s Museum

Attività "mostruose" per Halloween aspettano grandi e piccini al Children’s Museum Verona con due laboratori per bambini 3-12 anni e un’apertura straordinaria dalle 20.30 alle 22.15 in occasione della festa più paurosa dell’anno.

Sempre in tema "halloween" qui potete trovare tutti gli eventi della rassegna "Veneto Spettacoli di Mistero".

Aquardens resta aperta e continua la sua attività

Centro termale dotato di presidio sanitario accreditato, Aquardens continua ad essere aperto e fornire i suoi servizi nelle 13 vasche di acqua termale ed oltre 5.200 metri quadri a disposizione.

Béla Bartók e Zoltán Kodály: il concerto di Fondazione Arena

Ultimo fine settimana di ottobre in puro stile magiaro trasmesso in streaming sui canali di Fondazione Arena: l’Orchestra dell’Arena guidata dal pianista e direttore Vittorio Bresciani propone un viaggio in terra d’Ungheria con i suoi due compositori più importanti, Béla Bartók e Zoltán Kodály, tra danze ispirate al folklore e ai ritmi irregolari della musica popolare magiara, per concludere con le rapsodie dell’istrionico Franz Liszt. Il concerto è anche patrocinato dall’Ambasciata di Ungheria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento