La Vita nell’Arte, domenica 30 aprile visita guidata alla mostra "Toulouse-Lautrec. La Belle Époque"

Inaugurata lo scorso 1° aprile al Museo AMO a Palazzo Forti e visitabile fino al 3 settembre 2017, la mostra monografica Toulouse-Lautrec. La Belle Époque raccoglie un’importante collezione di opere proveniente dall’Herakleidon Museum di Atene del celeberrimo Visconte Henri de Toulouse-Lautrec. Sala dopo sala, il percorso di visita conduce alla riscoperta di una delle epoche più affascinanti di sempre: la Belle Époque, raccontata in tutti i suoi aspetti nelle opere di Lautrec con uno stile innovativo per il suo tempo, rapido, immediato, a tratti eccentrico e spesso anche scandaloso.

Sedici sale espositive al piano nobile del prestigioso Palazzo Forti a Verona, dieci sezioni tematiche, quattro tracce musicali d’epoca: un percorso che si snoda attraverso la breve vita artistica di uno degli artisti più rappresentativi di quel tempo. Dall’alto del suo metro e 52 cm di altezza, Toulouse-Lautrec ha dominato la scena artistica di Parigi di fine ‘800, facendo della sua epoca in rapida evoluzione il fulcro – e la parabola – della sua arte, sviluppatasi tra le due grandi esposizioni universali di Parigi del 1889 e del 1900. Nato da una delle famiglie più blasonate di Francia, il giovane Lautrec era destinato alla vita di rito per i rampolli di buona famiglia. A causa di malformazioni fisiche e rovinose cadute, Henri non ha mai potuto cavalcare né dilettarsi con gli svaghi destinati ai giovani di buona famiglia. L’unica attività che poteva coltivare era il disegno.

Toulouse-Lautrec dimostra un’abilità ed una propensione precoce e formidabile che in poco tempo lo convinsero ad applicarsi totalmente al campo artistico, declinato anche alla litografia, alle collaborazioni editoriali e ai manifesti pubblicitari. Il visitatore entra immediatamente al centro della vita artistica di fine ‘800: le strade di Parigi, e in particolare Montmartre, dove anche Toulouse-Lautrec decise di insediarsi, a contatto con artisti, musicisti, attori, filosofi che vivevano una vita parca ma ispirata ed intensa. Ed è qui che Lautrec frequenta assiduamente i caffè concerto, i teatri, i cabaret, le case di piacere, in compagnia di attrici, ballerine, prostitute. E con il suo tratto deciso, netto e rapido ritrae i protagonisti delle notti parigine del can-can e del Moulin Rouge. Poche linee precise, pochi colori vivaci, tagli delle scene innovativi, nessuna pietà nel rappresentare volti stanchi, illuminati dalle lampade elettriche, tormentati dall’assenzio: i soggetti ritratti da Lautrec sono sospesi tra i balli sfrenati e la triste malinconia.

Le donne sono un tema ricorrente nella mostra al Museo AMO e nella breve vita di Toulouse-Lautrec: cantanti, danzatrici, prostitute, donne sconosciute. Tutte ritratte con la perfetta imperfezione, con la spensieratezza dell’epoca florida, con la rapidità dei cambiamenti, col presagio della Guerra mondiale alle porte. Nonostante la sua prematura scomparsa a soli 37 anni, Lautrec è diventato un rappresentante assoluto di questo periodo, considerato un artista maledetto da molti per la sua vita dissoluta, un’icona dell’arte dell’ultimo impressionismo nonché il primo pittore ad utilizzare le sue capacità artistiche per la produzione di grafica d’autore, soprattutto in occasione di spettacoli teatrali e cabarettistici. Un esempio di genio e sregolatezza da conoscere. Curata da Stefano Zuffi, con il patrocinio del Comune di Verona e il sostegno del Gruppo AGSM, la mostra è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia, ormai alla sua sesta mostra allestita nelle sale del Museo AMO con un importante ciclo espositivo che ha portato a Verona migliaia di visitatori.

Programma visite guidate

La Vita nell’Arte

  • Domenica 30 aprile ore 17.00
  • Domenica 21 maggio ore 17.00
  • Sabato 3 giugno ore 16.30

Visita guidata per singoli

Speciale Festa della Mamma: il mio piccolo Michelangelo

  • Domenica 14 maggio ore 16.30

Visita animata

A caccia in mostra con il Conte Henri

  • Sabato 3 giugno ore 15.00

Visita guidata animata per famiglie con bambini (6-10 anni)

Informazioni e prenotazioni: 02 20404175 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18) Costi: € 11/cad. ingresso in mostra per adulti € 5/cad. ingresso in mostra per bambini dai 6 ai 10 anni € 8/cad. attività € 1/cad. microfonaggio (a pagamento solo per adulti)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • "Lavatoi, busi e...sparasine", escursione guidata tra gli angoli suggestivi di Avesa

    • 18 aprile 2021
    • Appuntamento in Via Messer Ottonello, dietro la Chiesa di San Martino ad Avesa
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento