Domenica, 24 Ottobre 2021
Eventi Centro storico / Piazza Brà

Vinitaly si prepara per il suo Gran Galà: con OperaWine il vino incontra l'opera lirica

La quarta edizione dell’evento di degustazione per eccellenza, si terrà domani dalle 16 alle 18.30 nel loggiato e nella bouvette dello Palazzo della Gran Guardia, in una cornice unica che riproporrà le scenografie dell’Aida di Gianfranco de Bosio

Anche quest’anno, la première di Vinitaly ha un sapore tutto cosmopolita. La quarta edizione di OperaWine, l’evento di degustazione per eccellenza, si terrà domani dalle 16 alle 18.30 nel loggiato e nella bouvette dello storico Palazzo della Gran Guardia, nel cuore della città veronese. Il Grand Tasting “Finest Italian Wines: 100 Great Producers” rientra nell’ambito dell’importante programma di Vinitaly International per la promozione delle eccellenze enoiche italiane nel mondo, ed è frutto della collaborazione con Wine Spectator, la rivista americana specializzata e punto di riferimento per il settore. Da questa miscela di competenze e conoscenze nasce la selezione delle 103 aziende e delle relative etichette designate per la speciale degustazione.
Gli operatori specializzati provenienti da tutto il mondo potranno apprezzare le migliori etichette Made in Italy selezionate. Non solo, la manifestazione ospiterà anche i partecipanti al primo Corso di Specializzazione sul vino italiano realizzato da Vinitaly International Academy – VIA e conclusosi oggi. I nuovi Esperti del vino italiano (il certificato di più alto livello rilasciato dall’Academy), verranno nominati proprio nel corso del grande evento OperaWine.
Atmosfera internazionale, ma anche intima e suggestiva per la manifestazione, dove saranno gli stessi produttori o direttori delle cantine a servire i calici delle loro eccellenze agli ospiti, guidandoli nella degustazione, in una cornice unica che riproporrà le scenografie dell’Aida di Gianfranco de Bosio.
La Opening Ceremony, prevista per le 15.45, vedrà al taglio del nastro il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina, il Sindaco di Verona Flavio Tosi ed Ettore Riello, presidente di Veronafiere che afferma: “Quest’anno abbiamo dovuto persino superare il tetto dei 100 produttori e siamo a 103, a conferma delle numerose eccellenze che ci regala il nostro Paese, dal nord al sud. Venti di questi sono nuovi ingressi nella speciale selezione, provenienti da Valle D’Aosta, Toscana, Sicilia, Piemonte, Basilicata, Sardegna, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Trentino, Umbria, Puglia, Veneto ed Emilia Romagna. Brindiamo insieme all’eccellenza”.
“OperaWine è una tappa importante del percorso, e del consolidato impegno, di Vinitaly International nella promozione delle eccellenze vitivinicole italiane nel mondo. Non è solo una straordinaria opportunità di visibilità per le cantine selezionate, ma anche un’occasione di promozione dei territori, dei vitigni e della tradizione e storia che sta dietro ogni etichetta. È in onore di questa ricchezza di cultura e diversità che siamo orgogliosi di poter nominare nell’ambito di OperaWine i nuovi Esperti del vino italiano, strategica iniziativa sviluppata nell’ambito delle attività di VIA, che nasce quest’anno da cui ci attendiamo ritorni di grande valore in termini di posizionamento nonché di ritorno commerciale per i nostri produttori”, dichiara Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere.

Sempre nell’ottica del potenziamento della promozione e diffusione della cultura del vino, è stato siglato l’accordo editoriale con RCS Mediagroup per la realizzazione della guida ufficiale di OperaWine – I 100 migliori vini d’Italia Wine Spectator 2015 -, che combina le note di degustazione di Wine Spectator dei 103 vini selezionati e le schede aziendali a cura di Luciano Ferraro del Corriere della Sera. La guida sarà disponibile in tutte le edicole con il Corriere della Sera.
Coerentemente con la capacità di crescita e sviluppo costantemente dimostrata dal sistema Vinitaly, anche in questa occasione sarà particolarmente curata la strategia di promozione digital, come spiega Stevie Kim, direttore generale di Vinitaly International: “La visibilità delle cantine protagoniste di OperaWine sulla rete rappresenta un ulteriore valore aggiunto fondamentale. Domani proclameremo la cantina vincitrice di questa seconda edizione del concorso su Twitter #bestoperawine, e a disposizione di tutti i produttori, con Vinitaly Wine Club, abbiamo sviluppato una vera e propria piattaforma di e-commerce in grado di accompagnare e supportare strategie di penetrazione e crescita commerciale in tutto il mondo sfruttando le potenzialità dei canali digitali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vinitaly si prepara per il suo Gran Galà: con OperaWine il vino incontra l'opera lirica

VeronaSera è in caricamento