Eventi Centro storico / Piazza Brà

Bastianich: "Non perdo un Vinitaly dal '87: non avevo soldi per l'albergo e dormivo in auto"

Queste le parole del famoso imprenditore, grande affezionato della fiera veronese, presente a Opera Wine, l'evento svoltosi ieri come preludio al Salone Internazionale dei Vini e dei Distillati

"Non mi perdo un'edizione dal 1987, quando dormivo in macchina nel parcheggio degli ex Mercato ortofrutticolo perché non avevo soldi per l'albergo, all'epoca Verona era già l'epicentro del vino italiano nel mondo, ora è indiscutibilmente la fiera più importante del settore", Joe Bastianich, noto imprenditore del mondo culinario giunto alla ribalta delle cronache anche grazie ad una nota trasmissione televisiva, racconta così al giornale L'Arena la sua grande passione per il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati. 
Le dichiarazioni del famoso cuoco, sono arrivate a margine di Opera Wine, la manifestazione svoltasi ieri in Gran Guardia che anticipa Vinitaly. Anche in questa occasione è stato il Ministro Maurizio Martina a tagliare il nastro dell'evento nel pomeriggio, che ha visto svolgersi in serata una cena di gala alla Gran Guardia.

Il presidente di Veronafiere Ettore Riello ha fatto gli onori di casa. Presenti anche il prefetto Perla Stancari, il presidente della Catullo spa Paolo Arena, il direttore generale di VeronaFiera Giovanni Mantovani, numerosi assessori comunali, il deputato del Pd Vincenzo D'Arienzo, oltre ai testimonial dell'enologia veronese. 
Durante la serata è stato annunciato che proprio Joe Bastianich sarà insignito, tra qualche giorno, del premio internazionale Comunicatore dell'anno dall'International wine and spirit competition, per la sua opera di diffusione della cultura del vino e del buon cibo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bastianich: "Non perdo un Vinitaly dal '87: non avevo soldi per l'albergo e dormivo in auto"

VeronaSera è in caricamento