Martedì, 26 Ottobre 2021
Eventi Isola della Scala / Via Vittorio Veneto

Verona, chef a braccetto dei sommelier da 9 province: trionfa il risotto al tartufo con finferli e anitra

L’evento ha visto in gara risotti preparati con prodotti tipici dei territori di provenienza dei cuochi (tutte le provionce venete più Trento e Brescia), abbinati a vini locali. E martedì 23 settembre tocca al "risotto del sindaco"

Toccherà ai sindaci mettersi grembiule e cappello bianco. Si terrà infatti martedì 23 settembre, alle 20, l'ormai celebre concorso "Il risotto del sindaco", alla Fiera del Riso di Isola della Scala. L'evento vedrà sfidarsi ai fornelli otto primi cittadini scaligeri e il ricavato della serata verrà devoluto in beneficenza. Nelle scorse ore, però, i palati dei presenti eran stati soddisfatti grazie al "Risotto del sommelier".

Risotto al tartufo nero dei Berici, funghi finferli e ragù di anitra, maialino da latte e vitello tagliato al coltello e cotto in terracotta. Questa la pietanza vincitrice della quarta edizione del concorso che si è tenuto domenica 21 settembre, al "Palarisitaly" di Isola. A prepararlo Dimitri Mattiello del "Dimitri restaurant cafè" di Altavilla Vicentina. Lo chef ha battuto i colleghi prevenienti dalle province di Trento, Brescia, Verona, Rovigo, Padova, Belluno, Treviso e Venezia.

I VINCITORI - L’evento ha visto in gara risotti preparati con prodotti tipici delle province di provenienza degli chef, abbinati dai diversi delegati dell’Ais a vini dei medesimi territori. Il miglior abbinamento "risotto-vino" è andato al risotto al formaggio Gerla e petto di quaglia fondente con battuto di aglio orsino preparato dallo chef Diego Ferigo del ristorante "DajDam" di Belluno. Il piatto è stato abbinato dal delegato Ais bellunese Nicoletta Ranzato al vino "Jenia – Vigneti delle Dolomiti bianco", dell'azienda agricola "De Bacco Pietro".

Il miglior risotto per la giuria popolare è stato quello con verza moretta di Veronella, lumache della Pellegrina e granella di pane al profumo di aglio preparato da Rudy Casalini della Locanda le 4 Ciacole di Roverchiara. Ad accompagnarlo uno Zamuner riserva "Villa Mattarana" millesimo 1989, scelto dal delegato Ais scaligero, Paolo Bortolazzi.

Nel 2013 il miglior risotto era stato quello alle castagne di San Mauro, “stracul” di maiale e grana della Lessinia preparato da Roberto Merzari del ristorante villa De Winckels di Tregnago. Il miglior abbinamento risotto e vino invece era andato alla ricetta al ragù di faraona e casatella dello chef Marco Salin del ristorante alla Crosarona di Scorzè (Venezia) accompagnato dal Pinot grigio della cantina "De Stefani" di Lison Pramaggiore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, chef a braccetto dei sommelier da 9 province: trionfa il risotto al tartufo con finferli e anitra

VeronaSera è in caricamento