rotate-mobile
Eventi

Santamaria in scena con La notte poco prima della foresta

Gioved 10 marzo al Camploy alle ore 20.45, quinto appuntamento con la rassegna L'Altro teatro

Giovedì 10 marzo al Teatro Camploy alle ore 20.45, quinto appuntamento con la prosa della rassegna L'altro teatro organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Verona in collaborazione con Arteven. In programma, nella traduzione di Luca Scarlini e con la regia di Juan Diego Puerta Lopez, La notte poco prima della foresta di Bernard-Marie Koltès con protagonista Claudio Santamaria.

Lo spettacolo, che affronta il disagio della solitudine in terra straniera, è una “partitura” che squarcia il velo sull’emarginazione di chi è lontano dalla propria terra e mette a fuoco la vita di migliaia di immigrati che vivono nei paesi occidentali (in questo caso la Francia) ai limiti di una società che li disprezza e li perseguita. Ne è protagonista uno straniero che cerca di riconoscersi in un mondo diverso dove emergono il ricordo, la nostalgia e la rabbia sotto una pioggia che incombe e infierisce sui senzatetto.


La foresta del titolo è quella del Nicaragua (sconvolto nel 1977, quando questa pièce debuttò ad Avignone, da una guerra civile) ma è anche quella dei cantieri, dei sobborghi, del cemento di una città cupa, inospitale e irta di pericoli. La notte è il guado, l’ostacolo da oltrepassare ogni sera per sapere di essere ancora vivo. La lotta per la sopravvivenza è infatti quotidiana e il protagonista capisce a proprie spese che il traguardo non arriverà mai e che non può chiedere aiuto né sostegno a nessuno, perché qualsiasi tentativo di contatto umano contiene un rischio troppo elevato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santamaria in scena con La notte poco prima della foresta

VeronaSera è in caricamento